Fabbrica della droga in casa, arrestato un 32enne di Senigallia. Le foto

28/06/2016 - Lunedì sera, i Carabinieri della Stazione di Senigallia hanno arrestato un senigalliese trentaduenne del posto, per coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Alle 17:30, al termine di un lungo servizio di appostamento, gli investigatori hanno fatto irruzione nell’abitazione del giovane in via Kant a Senigallia nella consapevolezza che lo stesso potesse detenere in casa della droga. Da qualche giorno infatti erano stati osservati movimenti sospetti nella zona. Subito, a specifica richiesta dei Carabinieri, il giovane ha riferito di detenere della “marijuana” in camera da letto. Effettivamente, appena entrati in casa, nonostante la camera da letto fosse al piano superiore, i militari avevano modo di sentire un fortissimo odore di cannabis. Nella camera da letto è stato rinvenuto un “essiccatoio artigianale” a più piani, realizzato in plastica, di forma cilindrica contenente un cospicuo quantitativo di “erba” già essiccata mentre dentro due cartoni, predisposti con vari fori per favorire l’areazione, sono stati rinvenuti ulteriori quantitativi di marijuana già essiccata. I quantitativi di droga sono stati sottoposti a pesatura risultando pari a 170 grammi.

Sempre all’interno della camera da letto è stato rinvenuto un “kit” completo per la preparazione delle dosi e per il consumo della droga: 2 pipe, 9 tritaerba (rinvenuti nel cassetto di uno scrittoio), 3 cilum e 8 bong di varie misure e dimensioni; 2 narghilè uno di grandi dimensioni ed un altro più piccolo; una macchina elettrica solitamente utilizzata per la triturazione del caffè adibita a tritaerba; un termometro per la misurazione della temperatura del terreno; 5 fiale contenenti vari semi di marijuana; 9 contenitori di concime-fertilizzante liquido per favorire la crescita delle piante acquistato direttamente dall’Olanda; 1 confezione reagente per misurare il grado di THC (principio attivo della cannabis sativa).

La perquisizione domiciliare è stata estesa anche ad un piccolo ripostiglio, chiuso con una tenda, dove è stata rinvenuta una serra perfettamente funzionante delle dimensioni di un metro per due di altezza, contenente altre due piante di marijuana, alte circa un metro, con infiorescenze già presenti. La serra era munita di idoneo impianto di illuminazione, ventilazione, areazione e umidificazione per le piante. Nello stesso ripostiglio sono stati rinvenuti quattro vasi, delle stesse forme e dimensioni di quelli trovati all’interno della serra, contenenti il fusto di piante di marijuana già raccolte.  Al momento della perquisizione, all’interno dell’abitazione era presente anche un 29enne, anche lui di Senigallia, che verosimilmente si era recato per acquistare la marijuana. Lo stesso sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di circa un grammo di hashsish.

Inoltre la perquisizione a casa ha consentito di rinvenire tre cartucce per fucile cal. 12 illegalmente detenute. Lo stesso è stato denunciato per detenzione illegale di munizioni e sarà segnalato al Prefetto per uso non terapeutico di sostanza stupefacente. Dopo le formalità di rito, il 32enne è stato dichiarato in stato di arresto e riaccompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari. La droga e tutto il materiale rinvenuto compresa la serra e l’essiccatoio sono stati sottoposti a sequestro. Martedì mattina il giudice del Tribunale di Ancona ha convalidato l'arresto applicando la misura cautelare dell'obbligo di firma quotidiana.

Foto di Nicolò Rocchetti e della Compagnia dei Carabinieri







Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2016 alle 10:26 sul giornale del 29 giugno 2016 - 8265 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, sequestro, marijuana, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayBW