Trecastelli: un giorno di sciopero manda in tilt la raccolta differenziata

raccolta differenziata 27/06/2016 - Mi chiedo come può un Comune che si definisce rici”clone” andare in crisi per uno sciopero che da un diritto costituzionale diventa una vessazione per i cittadini che continuano a pagare le tasse puntuali e sempre uguali agli anni precedenti, a dispetto di quanto affermato dall’Amministrazione in carica su presunti risparmi.

Mi viene da pensare che ci sia un po’ di confusione, così come tutt’ora c’è su molti siti Istituzionali e non, dove compare ancora di più RIPE che TRECASTELLI, ma ancora più penso, siamo forse governati da una Amministrazione di “VETRO” o meglio “IN VITRO” ?, passatemi il termine. Per essere coscienti dei problemi e soprattutto per risolverli ci vuole impegno, presenza costante sul territorio e confronto costruttivo con i cittadini, non stagnazione nei palazzi o sterili ed inconcludenti apparizioni. Cara Amministrazione guardati allo specchio, anzi “rifletti” su come stai gestendo quello che una parte dei cittadini ti ha concesso alle scorse elezioni.

Stefano Fratesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2016 alle 14:56 sul giornale del 28 giugno 2016 - 490 letture

In questo articolo si parla di attualità, cittadino, trecastelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayz5





logoEV