Successo ed emozioni al concerto della Schola Cantorum Immacolata dedicato al Maestro Guidantoni

26/06/2016 - Sul far della sera del Solstizio d'Estate 2016, il portico colonnato della Chiesa dei Cancelli a Senigallia, illuminato in modo evocativo e suggestivo dalle luci di Daniele Pettinelli, ha accolto il folto pubblico giunto per assistere al concerto della Schola Cantorum Immacolata.

All'interno, sotto le belle volte ornate di stucchi, si sono succeduti i brani lirici e i canti napoletani e classici magistralmente interpretati dai solisti: soprano Elena MORI (voce potente e singolarmente ricca), soprano Ivana CARLETTI (voce appassionante e ben modulata), mezzosoprano Tamara PELIKHOVSKA (voce intensa e tecnica raffinata), tenore Stefano SOLE (voce dominante e dalle emozionanti coloriture), basso Paolo PETTINELLI (voce profonda e sicura) e dai bravissimi ed affiatati coristi: Agostina PELIZZARI, Brunella TINTI, Daniela FERRETTI, Franco ALLEGREZZA, Graziella MOSCA, Stefania TERRENZIO.

Con entusiasmo da parte del pubblico, sono stati tributati applausi ed apprezzamenti a tutti i valenti interpreti che si sono cimentati in un repertorio a volte tecnicamente complesso e fortemente rievocativo trattandosi di arie bellissime e molto conosciute. Particolarmente coinvolgente il ricordo del loro amato maestro, recentemente scomparso, Carlo Guidantoni, al quale è stato dedicato il concerto con il canto "Madonna Nera", eseguito dall'intero coro.

Anche una chicca fuori programma: un appassionato spettatore è stato invitato dall'apprezzata presentatrice Elsa Ravaglia ad esporre un'inattesa testimonianza. Così, Tullio Piersantelli ha ricordato l'importanza del vecchio teatro "la Fenice" noto in tutta Italia per la sua eccezionale acustica, tale da essere stato scelto proprio da Pietro Mascagni per la prova generale della "Cavalleria Rusticana". A quella prova aveva partecipato come corista la mamma del sig. Piersantelli, un ricordo emozionato ed emozionante.

E un bell'esempio di continuità della passione musicale a Senigallia, se si considera che la Schola Cantorum aveva appena eseguito una affascinante sintesi della stessa "Cavalleria Rusticana" con ben sette applauditissime esecuzioni! Nella seconda parte il concerto si è sviluppato attraverso avvincenti pezzi di musica napoletana (Piscatore 'e Pusilleco, Dicitencello) e famosi brani lirici, da Mozart a Puccini, con spazio anche all'irresistibile musica di Giuseppe Verdi.

Il numeroso pubblico presente ha sottolineato con lunghi applausi tutte le esecuzioni, completate con il bis finale, il già citato canto "Madonna nera" in ricordo del Maestro, per ben 34 anni primo baritono all’Accademia Nazionale di S. Cecilia, che ebbe il merito di seguire la Schola Cantorum Immacolata fin dagli esordi, fornendo un grande supporto tecnico con la sua altissima professionalità. Il Maestro è stato ricordato, con commozione, dai componenti della Schola anche per il suo entusiasmo, il suo affetto e la sua grande umanità. Una grande serata che ha degnamente celebrato la giornata “Europa Festa in Musica”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2016 alle 16:37 sul giornale del 27 giugno 2016 - 757 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Schola Cantorum Immacolata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayyt





logoEV