Trecastelli: raccolta fondi per un ecografo per il Nicaragua

24/06/2016 - Sabato 25 e Domenica 26, in occasione della festa “Artigiani a Ripe: così si lavora”, che si terrà in Piazza Leopardi a Ripe di Trecastelli, avrà luogo la raccolta fondi per l’acquisto di un ecografo portatile, da donare alla Comunità Rio San Juan, Oasi di Los Guatuzus.

L’iniziativa, supportata dal Gruppo Scout E. Medi di Ripe e dall’Unità Pastorale “Cinque Pani e due Pesci”, nasce dall’idea di un gruppo di genitori, uniti dall’esperienza scout, personale o dei propri figli, di compiere un gesto di solidarietà a favore di una comunità bisognosa, in un momento in cui non si può pensare soltanto al benessere personale, ma sentirsi invece cittadini del mondo e corresponsabili del futuro di tutti. All’interno della festa, ci sarà lo stand dedicato a questa iniziativa, con la vendita di profumate piantine floreali e aromatiche.

Con tale attività, il motivato gruppo auspica di poter raccogliere la somma necessaria all’acquisto dell’ecografo (che si aggira attorno ai duemila euro) grazie alla partecipazione generosa della comunità, con l’aspettativa che possa essere la prima di altre iniziative a scopo benefico. Il gruppo di genitori si riunisce mensilmente per discutere di argomenti che suscitano l’interesse pubblico o per organizzare eventi culturali e ricreativi, aperti a tutta la cittadinanza. Il racconto emozionato di Luca e sua moglie, di ritorno da un viaggio in Nicaragua, fatto insieme al loro amico e responsabile dell’associazione umanitaria “Terres des hommes”, che opera in questa come in altre zone povere e disagiate del mondo, ha dato modo a questo gruppo di riflettere sulle condizioni di assoluta povertà in cui vivono le persone di questo paese, trovandosi concordi sulla necessità di fare qualcosa di concreto.

Dal racconto di Luca è emerso inoltre che il personale sanitario del posto (quando presente) aveva espresso l’impossibilità di poter operare con efficacia, trovandosi senza strumentazioni e attrezzature adeguate. In particolare un ecografo portatile permetterebbe loro di tutelare la salute e la sicurezza di mamme e bambini durante la gravidanza, sempre esposti, purtroppo, a un alto rischio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2016 alle 22:41 sul giornale del 25 giugno 2016 - 711 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aywm