Rassegna di Storia Contemporanea, finale col botto

22/06/2016 - Termina questa sera, giovedì 23 giugno alle ore 21.30, presso l’Auditorium S. Rocco, la XII edizione della Rassegna di Storia Contemporanea, promossa dal locale Centro Mazziniano in collaborazione con l’ASC e curata dal prof. Marco Severini (Università di Macerata).

Si è trattata di un’edizione che ha registrato un pubblico fedele e consistente e ha sviluppato, con pluralità di angolazioni e sollecitazioni, il tema del viaggio in età contemporanea. Pertanto la Rassegna non poteva che concludersi se non parlando di uno dei più celebri viaggiatori tra Otto e Novecento, l’inglese Thomas Adolphus Trollope (1810-1892), del quale viene presentato un viaggio quaresimale in Umbria e nelle Marche (Editoriale Umbra, 2015), curato da Alberto Sorbini, direttore dell’Istituto per la Storia Contemporanea di Perugia, che sarà presente in sala e discuterà del libro assieme a Enrico Pergolesi, bibliotecario del Centro Mazziniano e studioso dell’Associazione di Storia Contemporanea.

Al centro del libro c’è il viaggio che Trollope compì nel 1862, l’anno dopo la proclamazione dell’Unità, in Umbria e nelle Marche. Autore di sessanta libri, Trollope visse gran parte della sua ottuagenaria esistenza in Italia, si sposò due volte e dimorò a lungo dapprima a Firenze e poi a Roma. Nel 1862, Trollope fece questo viaggio tra Umbria e Marche assieme ad un amico e il suo resoconto uscì sotto forma di volume, intitolato A lenten journey in Umbria and the Marches, lo stesso anno a Londra.

Il viaggiatore britannico seguì un itinerario insolito rispetto a luoghi canonici codificati dal Grand Tour, ponendosi l’obiettivo di visitare cittadine meno frequentate, ma ricche di storia, prima che divenissero oggetto del turismo di massa.

Partiti da Firenze e passando per Arezzo, i due arrivarono a Città di Castello, toccando poi Gubbio, allora di difficile raggiungimento, Perugia, Assisi, Foligno pentrando poi, attraverso il passo di Colfiorito, in territorio marchigiano dove visitarono Camerino, Macerata, Fermo, Loreto, Recanati, Ancona, giungendo infine a San Marino. Il volume curato da Sorbini esprime appieno la ricchezza del viaggio di Trollope, finalizzato non solo a descrivere monumenti e opere d’arte dei luoghi visitati, ma anche a fornire un quadro interessante sulle due regioni all’indomani dell’esito, imprevisto e clamoroso, del processo di unificazione nazionale.

Subito dopo questa iniziativa, venerdì 24 giugno, sempre alle 21.30, sarà presentato all’Hotel Trieste (via Trieste, 27-zona Portone) di Senigallia il libro Dodici passi nella storia.

Le tappe dell’emancipazione femminile (a cura di Lidia Pupilli e Marco Severini, Ed. Marsilio, 2016, pp. 252): si tratta di un appuntamento importante poiché è la 25esima presentazione di un’opera che ha segnato la storia della donna e delle donne e che è stata presentata in Italia e negli Stati Uniti, registrando particolare consenso, lo scorso maggio, al XXIX Salone Internazionale del Libro di Torino.


da Associazione di Storia Contemporanea
Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2016 alle 10:38 sul giornale del 23 giugno 2016 - 487 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, finale, senigallia, san rocco, storia contemporanea, associazione di storia contemporanea e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayo6





logoEV