Colta da malore in acqua, inutili i soccorsi per una 76enne austriaca. Il video

21/06/2016 - Non ce l’ha fatta la turistica austriaca di 76 anni che, martedì mattina, è stata colta da un malore in acqua all’altezza dei bagni 124 sul lungomare Da Vinci.

La signora F.M. ed il marito, in vacanza a Senigallia, martedì si sono recati in spiaggia all’altezza dell’hotel Perla, dove avevano prenotato una camera dall’11 giugno fino al 25 giugno.

Una volta in acqua però i due, esperti nuotatori, si sarebbero separati. La signora, scomparsa subito alla vista di tutti, è stata avvistata successivamente all’altezza dei bagni 124, a circa 30 metri dalla battigia.

I bagnini, notando il corpo galleggiare in acqua, si sono immediatamente immersi per recuperarla. La donna, priva di sensi, è stata adagiata sul bagnasciuga dove attorno alle 12 è stata sottoposta alle prime manovre di rianimazione.

Nel frattempo sul posto sono accorsi i sanitari del 118, con l’ausilio dell’eliambulanza di Torrette, che hanno proseguito le manovre di rianimazione fino alle ore 13, ed il personale dell'Ufficio Locale Marittimo.

Tutti i tentativi di rianimazione (massaggio cardiaco e respirazione) sono risultati inutili. La donna è stata quindi dichiarata morta, presumibilmente a causa di un arresto cardio-circolatorio. Pertanto il corpo della turista austriaca è stato trasportato all’ospedale di Senigallia.







Questo è un articolo pubblicato il 21-06-2016 alle 14:41 sul giornale del 22 giugno 2016 - 4405 letture

In questo articolo si parla di cronaca, senigallia, ambulanza, 118, Sudani Alice Scarpini, Ufficio Locale Marittimo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayna

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici