Apre la complanare sud: ecco come cambia la viabilità. Mangialardi, "Opera rivoluzionaria"

21/06/2016 - Rivoluzione viabilità in mezza città per l'apertura della complanare sud. Il 4 luglio sarà inaugurata la seconda bretella, quella che va dal casello autostradale fino al Ciarnin e completa il nuovo tracciato di collegamento nord-sud della città e che consentirà di percorre il tratto Cesano-Ciarnin in appena 8 minuti.

Con il completamento dell'opera dovrà però necessariamente cambiare anche l'attuale viabilità cittadina. “Il 4 luglio cambia un pezzo della storia viaria di questa città -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- strade come viale Leopardi, via Cellini, viale IV Novembre e la statale saranno alleggerite dal traffico dell'80%. Oggi con una sola complanare aperta, quella nord, l'alleggerimento del traffico incide per appena il 20%. Con il completamento del nuovo tracciato verrà alleggerito il traffico a Cesano grazie all'introduzione di una deviazione obbligatoria per i mezzi pesanti sulla complanare. Anche il transito dei lungo via Mattei e sullo stradone Misa sarà ripensato perchè i mezzi pesanti saranno di fatto interdetti al passaggio all'interno della città e molte delle strade oggi maggiormente transitate diventeranno di fatto interquartierali”. Dopo quasi dieci anni il progetto della complanare può dirsi concluso.

“C'è grande soddisfazione per la città che ha creduto in questo progetto -continua Mangialardi- ho messo la mia faccia in questo intervento anche se all'inizio abbiamo incontrato le resistenze dei comitati. Nel 2010 la mia vittoria elettorale è stata anche sulla complanare ed ora tutti la vogliono. Ormai ci siamo. Ringrazio Società Autostrade e i cittadini, soprattutto quelli di Marzocca, che hanno sopportato i disagi e i ritardi maggiori”. Alla vigilia dell'apertura della complanare sud, dalla zona di via Capanna e Sant'Angelo arrivano le pressanti richieste per realizzare un collegamento in quella zona di città alla complanare.

“Oggi tutti si accorgono dell'importanza di quel collegamento che non c'è ma quando partimmo incontrammo troppe resistenze -ricorda Mangialardi- senza l'accordo si trattava di ricorrere ad espropri che avrebbero bloccato tutto il progetto. Oggi abbiamo fatto una variante al prg che ci consentirà di realizzare anche quel collegamento. Avremmo potuto realizzare anche sonde geodetiche con pannelli solari a Borgo Coltellone ma anche in questo caso c'erano troppe proteste. Oggi però sono felice che la città tutti abbia capito i benefici e l'importanza di questa grande opera costata ben 50 milioni di euro”. In occasione dell'inaugurazione, che vedrà la partecipazione anche di Società Autostrade, sarà organizzata una biciclettata per percorre all'aria aperta il nuovo tracciato.





Questo è un articolo pubblicato il 21-06-2016 alle 15:40 sul giornale del 22 giugno 2016 - 13489 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, complanare, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayk0


Lorenzo Marcantognini

21 giugno, 18:09
Io sono uno di quelli che la complanare la "sente" molto, perchè di fatto lo svincolo in via del Cellini/Belardinelli è uno fra quelli più usati e che ha portato piu traffico nelle strade limitrofe... nonostante questo continuo a pensare che sia un'opera utilissima per i Senigalliesi perchè difatto costituisce un'alternativa rapida e comoda per evitare la nazionale ed il centro (l'alluvione ne è stato un triste esempio). Detto questo, usandola tutti i giorni, vorrei esprimere la mia preoccupazione sulla manutenzione della stessa in quanto non si è mai ben capito a chi spetti poi la gestione ordinaria dell'opera. Quello che più mi preoccupa sono la segnaletica orizzontale (quasi del tutto scomparsa, soprattutto in prossimità degli svincoli) che rende questi molto pericolosi ai poco avvezzi o fruitori occasionali come ad esempio i turisti (non di rado infatti mi è capitato di vedere mancate precedenze, soprattutto per quelli che escono in direzione di marcia rispetto a quelli che uscendo attraversano lo svincolo e che dovrebbero avere la precedenza). Altra cosa a mio avviso da segnalare è l'illuminazione praticamente nulla nel tratto coperto di Borgo Coltellone...in pratica e soprattutto di giorno, essendo accesi il 20% scarso delle luci istallate (credo che a norma di legge, se sono stati previsti ed istallati, debbano essere anche accesi per garantire un'adeguata visibilità/luminosità, al pari delle superfici finestrate per le abitazioni), l'illuminazione della galleria è talmente scarsa da non rendere nemmeno visibili gli ostacoli e questo la rende davvero pericolosa soprattutto per i ciclomotori; giusto stamane mi sono accorto di un cartone in mezzo alla carreggiata solo quando oramai vi ero praticamente sopra e per fortuna non era un'ostacolo rigido o un corpo solido....Sempre per quanto concerne la galleria, mi domando se sia possibile che già in diversi punti si stiano disfacendo le parti in cemento armato (ferro scoperto e preoccupanti macchie dovute a infiltrazioni d'acqua che stanno già minando la solidità della struttura)...credo sia doveroso segnalare questo alla pubblica amministrazione in quanto se un lavoro non è stato eseguito a regola d'arte, ci siano ancora i termini ed i presupposti per farli come si deve, visto che si tratta di un'opera che dovrebbe durare anni ed anni. Dico quanto sopra con spirito civico e costruttivo più che critico, atto a migliorare quanto di buono è già stato fatto e per cui riconosco i meriti a chi si è adoperato per ottenere un'opera tanto strategica per Senigallia. Mi permetterei anche di aggiungere che se vi è un posto sul territorio comunale dove gli autovelox sarebbero utili e ben visti , questa è proprio la complanare, in quanto soprattutto di notte, vedo e sento sfrecciare auto e moto più velocemente che sull'autostrada... non è notizia che alcuni la usano come pista per gare di velocità soprattutto a tarda notte. Auspico che quanto sopra espresso arrivi a chi di dovere, in modo che oltre ad avere finalmente un'opera completata e certamente utile, potrà anche essere un'opera messa in totale sicurezza per gli utenti. :-) grazie

1. L'opera è utile a chi non è di Senigallia, per ovvi motivi.

2. L'ingresso nord è servito malissimo, entrambe le strade sono piene di buche. I tir, a regime, dove passeranno?

3. La curvatura della nord è assurda, la strada è inclinata verso il mare e le auto tendono a derivare.

4. Gli ingressi in direzione sud sono pericolosissimi, visto che sono tutti incroci a raso in cui si taglia la strada a chi va verso nord.

5. La rotatoria che congiunge nord e sud vede, in 30 metri, tre uscite (nord, autostrada e sud), vedremo cosa succederà.

Rivoluzionaria?

Senz'altro, soprattutto per com'è stata realizzata male.

p.s.:
Quanto è costata, alla comunità?

200, 300 milioni rispetto ai 150 iniziali?

A 150 siamo oltre 3mila euro per ogni abitante di Senigallia.

Bel modo di spendere i soldi pubblici.

p.p.s.:
In direzione nord, dopo lo svincolo di via belardinelli, non c'è il segnale "fine divieto di sorpasso" malgrado la linea tratteggiata.

Secondo il codice della strada, in caso di incongruenza tra segnaletica verticale e orizzontale, vale quella orizzontale.

Dunque c'è il divieto di sorpasso.

Complimenti, dunque, a chi ha gestito la segnaletica.

4 meno meno, il voto, altro che rivoluzionaria.....

Decisamente non ho compreso il ringraziamento ai cittadini di Marzocca. Sull'attraversamento di Senigallia certamente, lo comprendevo meglio se a suo tempo, si pensava ad una circonvallazione o complanare dalla strada della Torre a Via della Marina a Marzocchetta. Rotatoria del Ciarnin: Come è stata progettata, avendo i vari bracci molto ravvicinati, sarebbe auspicabile una bretella lato ferrovia sud-nord senza impegnare la stessa, come quella che è presente ad Ancona sulla statale 16 a Collemarino. Svincolo sulla complanare sud: Il punto migliore era quello della rampa dell'ex cavalcavia del Giardino, a 50 metri dalla provinciale per Santangelo e vicinissimo alla rotatoria dei Pini-Capanna. Leggo di percorsi obbligati per i mezzi peanti. Benissimo, non era il caso prima dell'apertura a pieno regime delle due bretelle, sistemare la via Fiorini (ex Mattei), dalla Bruciata alla rotatoria di strada della Marina? O in alternativa, creare sulla stessa una rotatoria sull'innesto sulla statale adriatica Nord? Attendiamo fiduciosi il futuro.
Leonardo Maria Conti

Finalmente vedremo come funziona, e potremo evitare tutto il casino di traffico per attraversare la città.

Quoto Leotex, sistemare via Fiorini e Via Mattei è prioritario.

Claudio GIORGETTI

21 giugno, 22:47
Complanare opera molto importante.
Ma è fondamentale sistemare il tratto di via Fiorini. Stretta sconnessa piena di buche.

Ho posto molte volte, su questa pagina, il problema della manutenzione della strada. Non ho mai ricevuta una risposta. Lo stile non è acqua! Detto ciò ho notato, percorrendola, che non è molto frequentata dal vero traffico pesante. Se non ricordo male mi sembra di ricordare, ma forse i miei ricordi non sono esatti, che la beretella doveva essere la strada per deviare soprattutto il flusso del traffico pesante? Comunque sia con l'apertura dell'ultimo tratto vedremo se l'opera risolverà il problema del traffico di coloro che non hanno necessità di attraversare Senigallia. Mi piacerebbe, comunque, che fosse fatto un rilievo sul tipo e sulla quantità di flusso veicolare che attraversa questa nuova arteria. Ma so già che rimarrà un'utopia. Peraltro sono uno di quei cittadini che non potrà mai utilizzarla in quanto residente in via Capanna.Mi scordavo una domanda che ritengo interessante: sono stati risolti i problemi legati allo stato di manutenzione della galleria?

gasparino carbonaro

26 giugno, 10:41
La sua funzionalità è indiscutibile, ma la sua pericolosità altrettanto. Sarà ottima occasione per risanare il bilancio comunale piazzando numerosi multavelox. L'ingresso sud è scandaloso, ma mi diverto molto ad affrontarlo in moto. Nonostante i ripetuti interventi per impedire agli automobilisti di affogare in caso di pioggia ,quando centinaia di auto provenienti da sud gireranno a sinistra per entrare in complanare ne vedremo delle belle.

Ora per favore mettiamola in sicurezza questa complanare, non aspettiamo ulteriori incidenti




logoEV