Giornata mondiale del rifugiato: convegno e mostra

17/06/2016 - Per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato, festeggiata ovunque il 20 giugno per ricordare la condizione di milioni di persone in tutto il mondo costrette a fuggire dai propri Paesi e dalle proprie case a causa di persecuzioni, torture, violazioni dei diritti umani e conflitti, anche Senigallia si mette in campo e propone un corso/convegno molto interessante dedicato alla donna migrante e ai minori.

Nelle giornate di lunedì 20 e martedì 21 infatti, presso la Biblioteca comunale, si terrà il corso dal titolo “Disuguaglianza nelle disuguaglianze. La donna profuga e migrante: aspetti medici, sociali e psicologici”, dedicato a tutte le professioni sanitarie, operatori sociosanitari e assistenti sociali, con possibilità di accreditamento ECM. Le due giornate saranno l’occasione per diffondere il diritto d’asilo e i progetti degli SPRAR (Sistema di Protezione Rifugiati e Richiedenti Asilo), attivo in Italia dal 2001 e nato per intervenire in modo adeguato nell’accoglienza per coloro che arrivano in Italia in cerca di protezione internazionale.

A Senigallia, nel corso degli ultimi anni, è stata garantita accoglienza a una cinquantina di persone, per mezzo di servizi di orientamento, informazione e accompagnamento verso la riconquista di un’autonomia perduta e con l’obiettivo di rinforzare le opportunità di integrazione delle persone. “Gli interventi di accoglienza che realizziamo nella nostra città grazie a Caritas sono finalizzati a facilitare i percorsi annuali di inserimento di richiedenti asilo e rifugiati” dichiara il sindaco di Senigallia “a prescindere dalle situazioni di emergenza. Attraverso questo strumento esprimiamo la nostra solidarietà a quanti sono stati costretti violentemente a lasciare il loro Paese: accogliere i migranti forzati ci offre un’opportunità per ribadire la centralità dei diritti umani, nonché un’occasione di arricchimento e crescita per la comunità cittadina”.

La dimensione della salute, nello specifico del convegno, nato dalla collaborazione di Fondazione Caritas Senigallia Progetto SPRAR, comune di Senigallia, GRIS (Gruppo Immigrazione e Salute) e SIMM (Società Italiana di Medicina delle Migrazioni), è un elemento chiave nell’analisi della vita e nella determinazione dei diritti dell’uomo e della donna: in quest’ottica il corso si promette di evidenziare progetti e iniziative che riducano le disuguaglianze e abbiano come obiettivo comune una salute uguale per tutti, senza esclusioni e discriminazioni.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2016 alle 22:12 sul giornale del 18 giugno 2016 - 841 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, volontariato, caritas, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aygS





logoEV