Parcheggi sul lungomare: favoritismi nel concedere i permessi ai residenti?

Parcheggi 16/06/2016 - Egregio sig. Sindaco vorrei portarla a conoscenza di una mia esperienza riguardo ai parcheggi del lungomare. Appena istituito tre anni fa il pagamento per la sosta nel lungomare Mameli ho provveduto a richiedere l'esonero al pagamento come residente.

Mi venne fatto notare che la mia residenza è in via Gioberti che, come lei ben saprà, è una strada piccolissima praticamente solo pedonale o ciclabile senza nessuna possibilità di parcheggio e che quindi non avevo diritto a nessun a autorizzazione. Insisto faccio notare che casa mia è a trenta metri dal lungomare e non ha altri sbocchi. Inflessibile il preposto non mi dà speranze anche nei tentativi successivi.
Mi rassegno, affitto un posto auto a caro prezzo e pago convinto che fosse per tutti così.

Per coincidenza verso la fine della scorsa stagione noto che alcuni vicini esponevano con soddisfazione l'esonero al pagamento in qualità di residenti. Mi informo verifico, e da ingenuo penso ad un ripensamento dell'amministrazione. Mi riprometto di richiedere a mia volta la sospirata autorizzazione per il 2016.
Quindi la settimana scorsa mi reco nell'ufficio preposto e con una certa soddisfazione chiedo il modulo da compilare. Vengo bloccato immediatamente: una signora seppur molto gentilmente, perentoriamente mi assicura che è impossibile, quest'anno nessuna eccezione, nessun permesso verrà rinnovato per i residenti di via Gioberti.
Mestamente ritorno verso il mio posto auto a caro prezzo. Però qualcosa non mi convince, con una semplice verifica, noto che un permesso relativo ad un residente di via Gioberti è valido per l'anno in corso smentendo l'affermazione del vigile in ufficio.

Ritorno alla carica chiedendo spiegazioni. La risposta: "i permessi non sono stati rinnovati ma forse qualcuno ci può essere sfuggito". Faccio notare che è una risposta irricevibile e che autorizza a sospettare che alcuni permessi possano essere stati concessi per amicizia o peggio. Pretendo un modulo per la richiesta del parcheggio.
 
Oggi ho presentato il modulo che sicuramente mi sarà respinto, ma mi è stato fatto presente che è stata controllata tutta la situazione, e i permessi che erano sfuggiti sono stati richiamati.
 
Sig. Sindaco capisco che lei ha problemi più importanti di cui occuparsi che Senigallia è una città bella ma impegnativa, però per noi residenti è importante anche il problema del parcheggio. La invito a concedere i permessi di sosta anche a chi abita a trenta metri dal  lungomare e non ha alternative e se propio non può per i problemi di bilancio che sia per tutti uguale.
 
Con rispetto,
Carmine Pinto




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2016 alle 14:59 sul giornale del 17 giugno 2016 - 1375 letture

In questo articolo si parla di parcheggi, politica, Carmine Pinto e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aycN


Maria Soldani

16 giugno, 18:14
Purtroppo tutto il mondo è Paese,in q casi di burocrazia anti-democratica (guarda caso, leggi e normative valgono solo x gli onesti; gli altri,piu' furbi, raramente solo "fortunati"-riescono sempre ad aggirare i divieti !)
Non risiedo a Senigallia,ma a Roma( dove, simili o peggiori episodi riempiono,ahimè, la cronaca locale!), né possiedo automobili ; conosco xro' via Gioberti,x esserci passata molte volte (se non ricordo male,sul lungomare antistante sosterebbe lo storico BarettoRosso); tuttavia,provando a mettermi nei panni del Signor Pinto,anch'io m'indignerei come 1 "bufala"(mi si passi il termine,altrimenti utilizzato:non potevo scrivere "toro"!),nel vedermi negato 1 diritto che,pare, x qualcun'altro diventa stranamente privilegio...!
Se fossi 1 Sua vicina,gentile Cittadino di Senigallia, l'avrei contattata senz'altro x esprimerLe solidarietà e x unire la mia firma alla Sua,magari con 1 esposto indirizzato alle Autorità competenti.... Spero che il caso da Lei sollevato nel presente editoriale invogli i vicini onesti a fare altrettanto.....
Con simpatia. Nigallia .

Alberto Diambra

17 giugno, 11:12
Gentili Signori,vi meravigliate? Con questa Amm.ne sono normali favoritismi soprusi ed altro,vedi la zona PEEP MISA massacrata e resa pericolosa da opere che provocano ai residenti acqua e fango nelle loro abitazioni ;alle nostre denunce ed esposti il Sindaco Mangialardi risponde che teniamo un comportamento MANIACALE e nel frattempo permette nella zona opere che ne aumentano la pericolosità ai già residenti!




logoEV