A Cesano autoscontro in spiaggia per la festa del pesce: la protesta dei residenti

14/06/2016 - Autoscontro direttamente sulla spiaggia. E i residenti insorgono. Il Comune infatti ha autorizzato per un periodo di dieci giorni l'installazione di una pista per macchine autoscontro sulla spiaggia libera a nord del Cesano.

Una decisione che non è piaciuta affatto ai residenti, infuriati per l'inquinamento acustico e anche atmosferico che si è riversato nella zona per via della presenza di un grosso generatore a gasolio. Ma non solo. La presenza dell'autoscontro avrebbe contribuito a “danneggiare anche l'immagine, già critica, della frazione di Cesano, sul fronte del decoro e della vivibilità”.

I residenti ricordano le criticità annose che affliggono la frazione come “lo stato in cui versano i marciapiedi, la strada della Bruciata ridotta ad una discarica a cielo aperto, la presenza di prostitute lungo la statale e il fosso delle Cone sempre a rischio tracimazione”.







Questo è un articolo pubblicato il 14-06-2016 alle 23:58 sul giornale del 15 giugno 2016 - 5518 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, cesano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax9c


luigi alberto weiss

15 giugno, 01:22
Ma qui non sventola la Bandiera blu? Ah, dimenticavo: non siamo vicino alla Rotonda, alla spiaggia "in" di Senigallia!

goffredo marcosignori

15 giugno, 15:10
Quando non si ha cura dell'Ambiente nè dei Cittadini, può succedere anche questo. Come se non bastasse l'inquinamento che abbiamo già sulle nostre Strade, il Comune di Senigallia pensa che sia bene portarne un pò anche sulle Spiagge, alla faccia dei Residenti ed abitanti del Cesano, che oltre a non essere stati interpellati nè consultati, debbono subire questa decisione dall'alto senza se senza ma. E' così che vanno le cose, purtroppo. La mia Solidarietà e adesione alla protesta che i Cittadini del Cesano stanno portando avanti nei confronti della Giunta Comunale di Senigallia.

Eh, ma sono gli effetti collaterali di chi vive sul mare.

Sono come quelli che comprano casa di fianco all'autostrada poi si lamentano del rumore del traffico.

Mica siete in campagna, dove il rumore ce lo devi portare, o nel centro storico, dove si presumo non ci sia traffico.

Il mini luna park dove avrebbero dovuto farlo, dato che "la sagra del pesce" si svolge nella piazza sul lungomare?

A nidastore?

Poi il diesel, ma andiamo.

Con tutti le auto, gli scooter e le moto che passano al cesano il problema è il generatore diesel?

Mi ricorda una notizia allucinante letta l'anno scorso;
Un anziano residente sul lungomare aveva chiamato i vigile alle 9 (ore 21) di sera (con ancora la luce del giorno) per il rumore della musica in un bar sotto casa.

Con tutti i mezzi a motore che passano sul lungomare il fastidio lo dava la musica?

Ma fatemi il favore.

1. Le strade:

Sono d'accordo, per entrare in complanare non ce n'è una decente.

2. I marciapiedi:

Mi sembrano in ordine, a parte il fatto che, dopo il comune che ha speso soldi per spostare il marciapiede davanti a uliassi la gente continua a parcheggiare sul marciapiede con la benedizione dei vigili.

3. Il fosso:

Ci vuole manutenzione, ovvero tenerli puliti, cosi si evita che ad ogni acquazzone cesano si riempe di fango.




logoEV