Perché sono importanti le teorie di Nash?

13/06/2016 - La teoria che porta il nome del grande genio ha cambiato il nostro modo di prendere decisioni e di conseguenza l'importanza di Nash nell'analisi economica è incommensurabile.

John Nash ci ha lasciati il 23 maggio 2015, e con lui, una delle menti più brillanti della matematica che l'uomo abbia mai conosciuto. Anche se la sua storia è raccontata in A Beautiful Mind, la verità è che sono molto pochi i dettagli della vita di Nash che ci racconta il film, che non pretende di essere molto meno di una biografia del matematico di Princeton e che mostra poco di scientifico.

Matematico ed economista, è stata una delle menti più brillanti e artefice, insieme a Harsanyi e Reinhart, dell’analisi dell’equilibrio nei giochi non cooperativi, cosa che gli è bastata per vincere il premio Nobel per l'Economia nel 1994 che ha condiviso con i suoi colleghi.

Nash ha fatto carriera all’Università di Princeton, prima come studente e in seguito come insegnante. Molti conosceranno l’aneddoto che ha sempre caratterizzato il suo accesso nel New Jersey e la verità è che ritrae perfettamente il genio della teoria dei giochi. Quando Nash presentò la richiesta di ammissione all’Università di Princeton, il modulo di iscrizione era accompagnato da una lettera di raccomandazione scritta dal suo professore di allora, R.J. Duffin, con su scritto: “Quest'uomo è un genio”.

La parola genio rappresentò il termine più consono per riferirsi a John Nash. Non sono stati pochi coloro che lo hanno definito “il matematico arrogante e infantile”, ma tutti hanno concordato nel chiamarlo con tale appellativo, anche se in A Beautiful Mind, hanno “indorato la pillola” nel presentare il personaggio..

Coloro che lo hanno conosciuto di persona hanno potuto constatare come il genio delle ‘teorie dei giochi’ ha cominciato ben presto a soffrire di allucinazioni. Infatti, dopo essere stato ricoverato per schizofrenia paranoica si è convertito in una figura misteriosa a Princeton.

La terribile malattia, che ha accompagnato Nash fino alla fine dei suoi giorni, era un segreto di Pulcinella tra i matematici e gli economisti del tempo. Molte persone avevano sentito dire, anche se non corrispondeva a verità, che aveva subito varie operazioni mediche, tra cui una lobotomia. Altri, soprattutto quelli al di fuori del circolo accademico di Princeton, considerarono la possibilità che fosse morto.

L'importanza di Nash nell’analisi economica era tale che solo 60 anni dopo la pubblicazione di “Theory of Games and Economic Behaviorderivata dall’analisi matematica di von Neumann sul gioco del poker, la sua ‘Teoria dei giochi’ sarebbe stata riconosciuta col premio più importante, elevando il suo status a quello di strumento fondamentale dell’analisi economica moderna.

L’idea essenziale di Nash, la più pura, quella che ha utilizzato il concetto di equilibrio nelle sue tesi a Princeton con Non-cooperative Games (1950) e il ragionamento che in linea con quello di Harsanyi e Reinhart, gli ha servito su un piatto d’argento il Premio Nobel per l'economia nel 1994 e ha cambiato uno dei rami  più importanti della teoria economica, riformulando anche alcune delle basi che Smith dava per certe.

Ma ciò che il genio è stato in grado di cambiare non si limita a questo. La finanza, la scienza, la politica, tutte le discipline che hanno adottato la Teoria dei Giochi e i contributi di Nash per lo sviluppo di molte delle loro metodologie e analisi strategiche scavalcando le barriere sociali e entrando nel pieno della scienza più pura.

L'eredità del genio è stata quella di cambiare il modo in cui prendiamo le decisioni. Era cambiato tutto nel bel mezzo di un post guerra e agli esordi di una guerra fredda, in cui la teoria dei giochi di Nash sarebbe risultata fondamentale per anticipare le manovre di un nemico tanto  pericoloso quanto invisibile. Forse una metafora della vita stessa di Nash.





Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2016 alle 22:40 sul giornale del 13 giugno 2016 - 458 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax62





logoEV