Cade signora di 70 anni, la figlia denuncia le pessime condizioni delle strade

10/06/2016 - Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata da una nostra lettrice che ci racconta il grave incidente che ha provocato alla madre 70enne una caduta in Via Piave e la doppia frattura del femore.

Mi chiamo Laura G. , ho 35 anni, sono nata e abito a Senigallia, e vi ringrazio di cuore qualora vogliate condividere la mia segnalazione. Mia madre, di circa 70 anni, ma che non ha mai avuto nessun tipo di problema di deambulazione o altro, sabato 4 giugno mentre passeggiava a piedi tranquilla, nell’atto di attraversare la strada, è caduta in Via Piave per colpa di una buca creatasi su degli scavi fatti per dei lavori dall’Enel. Gli scavi sono stati richiusi male e frettolosamente con un po’ di ghiaia e non segnalati da cartelli stradali nè erano recintati. La pioggia dei giorni precedenti poi avrà sicuramente reso la buca più profonda.

Dopo la caduta mia madre è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso e ha riportato una doppia frattura del femore e ora è immobile in ospedale in attesa dell’operazione per la protesi. Vorrei denunciare lo schifo ed il degrado delle strade che abbiamo a Senigallia che mettono in pericolo la vita di poveri cittadini, che si ritrovano in ospedale solo per aver fatto una semplice passeggiata e che non si spende un euro per metterle a posto!







Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2016 alle 00:41 sul giornale del 11 giugno 2016 - 3215 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, Una cittadina, articolo e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axVA


barbara principi

10 giugno, 08:37
Ancora una caduta di una persona anziana per le strade senigalliesi che fanno veramente schifo. Mia madre ha avuto la stessa sfortuna nel maggio 2012 mentre stava percorrendo la strada corinaldese con la bicicletta e per colpa di una buca è caduta con conseguenze meno gravi della signora ma comunque importante e tutt'oggi ne porta i segni. Ancora a distanza di quattro anni e una denuncia fatta con tanto di foto e avvocato e dopo aver anche passato la visita medica che certificava che l'assicurazione avrebbe dovuto risarcire il danno, (anche se le lesioni che ha riportato rimarranno per sempre), non abbiamo risolto nulla. Auguro alla signora e alla famiglia i miei più sinceri auguri di una pronta guarigione e un grande in bocca al lupo per la strada che intraprenderanno per farsi giustizia.

Renzo Francesconi

11 giugno, 07:07
Lo stato delle strade cittadine è oggettivamente penoso e pericoloso da anni! L'amministrazione comunale imputa ciò alla carenza di fondi di cui soffrono tutti i comuni.
Non è così! Basta passare il ponte del Cesano è vedere come sono i manti stradali fuori Senigallia.
È ora che i cittadini Senigalliesi si sveglino e anziché confermare in mssa la gestione Mangialardi, puniscono i responsabili.
Renzo Francesconi

goffredo marcosignori

12 giugno, 10:45
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ma ci state seri? è chiaro che in quella strada ci sono dei lavori in corso.