Corinaldo: progetto "Oggi alleno io", alta formazione nel calcio a 5

08/06/2016 - Una domenica, quella appena trascorsa, che ha visto partecipare per la prima volta a un clinic marchigiano Antonio Ricci, allenatore del Città di Montesilvano C5 serie A.

Una giornata che ha consolidato l'affiatamento con l'allenatore dell'ASD PesaroFano C5 serie A2 Roberto Osimani.

Una giornata dalla quale è partito il tour stagionale dell'omonimo progetto “Oggi alleno io” creatura del preparatore dei portieri del Città di Montesilvano maschile e femminile nonché fresco vincitore dello scudetto femminile serie A d'elitè Alberto Mancini. Tre professionisti del settore, tre differenti bagagli di esperienze, tre modi diversi di agire, ma con un'unica direzione: la crescita del movimento di calcio a 5 condividendo e collaborando attraverso la parola e il gesto.

La giornata, con base al palasport corinaldese, è iniziata con il saluto del nostro Riccardo Silvi che ha ricordato Moammed Ali, morto il giorno prima, paragonando la famosa frase del pugile“danza come una farfalla, pungi come un'ape” al lavoro che sta cercando di fare il Corinaldo C5. Poi la presentazione degli ospiti con conseguenze inizio dello corso. Il primo a scendere in campo (letteralmente) è stato Roberto Osimani con la lezione tecnico-tattica “Ritmo applicato all'allenamento tecnico”.

Poi è stata la volta di Antonio Ricci con “Differenze e similitudini con altri sistemi tattici difensivi”. Pausa pranzo e pomeriggio incentrato sui portieri e i loro preparatori con “Componente mentale del portiere di calcio a 5 e Esercitazioni semplici e complesse e attivazione tecnico motoria nel pre gara” di Alberto Mancini. Tante presenze provenienti dal calcio a 5 marchigiano e non solo. Allenatori, preparatori dei portieri e giocatori messisi in gioco con confronti aperti, curiosi e costruttivi. Agli aspetti tecnici e tattici, alla teoria e alla pratica s' è aggiunta la perfetta organizzazione della società, in questo ambito al debutto e il mettersi in gioco degli intervenuti, creando così la giusta energia e sinergia.

Alberto Mancini: “Grazie al Corinaldo C5 che ci ha ospitati, grazie per l'organizzazione e grazie a tutti coloro che sono intervenuti. L'attenzione e la partecipazione hanno reso questa splendida giornata un momento di confronto e di crescita per tutti”.

Antonio Ricci: “Quello di domenica è stato il mio primo clinic nelle Marche e ringrazio la perfetta organizzazione della società Corinaldo C5 che ha portato a una bella partecipazione e un bel coinvolgimento. Interventi interessanti e stimolanti quelli di Roberto (Osimani) e Alberto (Mancini). Credo che di questi clinic ne servano di più e, credo che, chi ha la fortuna, come me, di allenare a certi livelli, ha l'obbligo morale di trasferire agli altri la propria esperienza.”

Roberto Osimani: “Una perfettamente organizzata. Clinic molto equilibrato tra teoria e pratica e angolo dei portieri. Io, per i mille impegni, ho scarse possibilità di aggiornarmi e ho preso spunto da questa giornata per farlo su cose per me interessanti. Meritevole il fatto che una società come Corinaldo, non proprio crocevia del calcio a 5 marchigiano, abbia questa filosofia così radicata nel voler puntare sull'innovazione, sul far progredire lo sport affidandosi a dei professionisti.”

Massimo Tinti, il perno attorno al quale ha ruotato l'intera organizzazione corinaldese: “ 'Oggi alleno io' ha messo insieme gente che nello sport non cerca soltanto l'innovazione, ma anche il confronto, lo spunto umano, la prospettiva più appropriata. La bravura di docenti come Ricci, Osimani, Mancini è stata evidente non soltanto nella stesura tattica, ma anche nella capacità comunicativa, nella voglia di confrontarsi e di lasciare agli intervenuti un cantiere aperto sul quale edificare il proprio percorso tecnico. Allenatori e docenti brillanti, patrimonio futsalico nazionale. Il Corinaldo C5 è davvero orgoglioso di avere proposto ai propri tesserati e al territorio tutto uno squarcio di futuro sportivo possibile, un itinerario di competenze da poter spendere con giovani e giovanissimi. Concludo ringraziando lo staff allestito per l'occasione, per il competente lavoro davanti e dietro le quinte. Menzione d'obbligo per Massimo Fabini per aver edificato le basi di questo avvenimento.”







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2016 alle 10:19 sul giornale del 09 giugno 2016 - 964 letture

In questo articolo si parla di sport, ASD Calcio 5 Corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axRP