Tentano il furto alla Collodi: ladri messi in fuga dall'allarme di una residente

scuola materna collodi 03/06/2016 - Tentano il furto di rame alla scuola ma vengono messi in fuga dai residenti. E’ stato il senso civico dei cittadini, attirati dai rumori molesti, a sventare il tentativo di trafugare le grondaie di rame alla scuola materna Collodi di via Marche.

 E intanto sulla sicurezza nella zona monta la protesta dei residenti. A dare all’allarme alle forze dell’ordine, giovedì sera, è stata una residente di via Marche, insospettita dal rumore ripetuto di urti contro le grondaie di rame provenienti dalla vicina scuola. La residente ha subito allertato la Polizia Municipale che è arrivata sul posto insieme ad una pattuglia dei Carabinieri. I ladri, che si sono accorti di essere stati scoperti, sono così subito scappati rinunciando a portare a termine il colpo. Sul posto infatti i Carabinieri hanno ritrovato pezzi di grondaie di rame staccati ma lasciati a terra mentre nella penombra è stato visto un uomo scappare.

La tempestiva segnalazione ha fatto subito il giro del web grazie alla collaborazione dei cittadini che si sono uniti in un gruppo Facebook “Furti e segnalazioni”. La stessa residente che ha dato l’allarme racconta l’accaduto lamentando però l’indifferenza di altri passanti. “C’è stato un grande rumore metallico e così ho avvisato la Polizia Municipale che è arrivata subito con pattuglia di Carabinieri –racconta Debora- Saltato il recinto hanno trovato pezzi di grondaia di rame a terra e visto un ragazzo fuggire. Comunque altre persone erano lì di passaggio e hanno fatto finta di niente. Vorrei anche puntualizzare che la scuola Leopardi è stata presa varie volte di mira dai ladri, complici anche la strada poco illuminata e la siepe che la circonda alta due metri”.

E proprio sul livello di sicurezza della zona di via Marche, in un quartiere residenziale e dove vivono molte famiglie con bambini, i residenti lancio un campanello d’allarme. “La strada è totalmente buia anche perchè i lampioni alti hanno i pini sotto che impediscono alla luce di passare –commenta un altro residente- e dalla scuola materna Collodi fino all'incrocio con via Torino la strada di notte è buia, serve una torcia per percorrerla!”. L’appello in questo caso è rivolto all’Amministrazione ad intervenire per sistemare la via.





Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2016 alle 23:20 sul giornale del 04 giugno 2016 - 2119 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, senigallia, tentato furto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axIh


luigi alberto weiss

04 giugno, 20:20
Potare gli alberi per scoprire i lampioni e illuminare le strade. Basta poco perchè la sicurezza e la prevenzione abbia concretizzazione. AL di là di tanti roboanti e retorici proclami.




logoEV