Pappa Fish Day a Ostra: da tre anni il pesce fresco nelle scuole marchigiane. Storoni: “Progetto educativo”

Pappa Fish Day 27/05/2016 - “Pesce fresco a scuola”: per molti Comuni marchigiani non è più una notizia, ma un dato consolidato e apprezzato dai bambini che consumano i pasti alla mensa scolastica. Grazie a Pappa Fish, progetto promosso dalla Regione Marche e finanziato con i fondi europei, per incentivare un’alimentazione corretta e valorizzar e i prodotti del mare, più di 30 mila bambini hanno potuto consumare pesce fresco dell’Adriatico nelle 300 scuole coinvolte dalle 50 amministrazioni comunali che hanno aderito all’iniziativa.

Venerdi al Palasport di Ostra, si è celebrato il Pappa Fish Day, un racconto conclusivo del progetto triennale che ha coinvolto gli alunni del paese, di Ostra Vetere e Trecastelli. Lo spettacolo teatrale “Il viaggio di Pietro il pescatore” e la degustazione di ricette di pesce proposte a scuola hanno animato la mattinata, presenti insegnati, genitori e amministratori comunali.

“Dalla Regione è venuto un aiuto molto importante, sia per quanto riguarda l’aspetto economico legato alla fornitura di pesce per la mensa scolastica, sia soprattutto per l’aspetto educativo proposto – ha affermato il sindaco di Ostra, Andrea Storoni – È stata molto apprezzata la fase educativa legata al consumo del pesce, perché è servita a creare la giusta consapevolezza nei bambini che il mare è una risorsa, un alimento, un bene da salvaguardare”.

“Proprio l’aspetto educativo legato a una alimentazione consapevole, a miglia zero, in questo caso, è un aspetto fondamentale del progetto – afferma l’assessora alla Pesca, Manuela Bora – Una buona pratica che fa bene alla salute e aiuta l’economica del nostro mare attraverso il consumo di pesce locale fresco. La mensa scolastica è il primo passo, perché poi i bambini portano questa nuova consapevolezza nelle loro famiglie, incentivando il consumo di pesce massivo che generalmente si acquista poco, preferendo quello surgelato”.

Pappa Fish è giunto alla terza edizione. In questo triennio gli alunni marchigiani dei Comuni aderenti hanno potuto, almeno una volta alla settimana, mangiare pesce fresco a scuola. Il consumo dei prodotti ittici è stato accompagnato da un’attività educativa che ha fatto conoscere ai bambini il pesce fresco da un punto di vista teorico e sensoriale, nell’ambito del mondo marino e delle realtà sociali che si basano sulla pesca.

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2016 alle 15:21 sul giornale del 28 maggio 2016 - 514 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, ostra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axq1