Nuovi centri civici: Scapezzano si mobilita

Scapezzano 25/05/2016 - Se è vero quanto affermato da Giorgo Gaber in una nota canzone che “la libertà è partecipazione” a Scapezzano la libertà è sicuramente garantita.

Da quando è stato approvato il regolamento di Istituzione dei nuovi Centri Civici dal Consiglio Comunale, nella frazione è stato costituito un comitato organizzativo, che si prefigge di nominare una squadra competente e motivata, ma sopra tutto la più rappresentativa dell’intero territorio di afferenza. Infatti, la perimetrazione dell’Istituendo Centro Civico di Scapezzano comprende un vasto territorio, costituito, per lo più da zone agricole o borghi che, se non adeguatamente sollecitate ed informate, rischiano di non essere giustamente rappresentate nelle sedi istituzionali. Per questo, i componenti del comitato hanno stilato un documento informativo, ed armati di buona volontà, lo hanno distribuito capillarmente ad ogni famiglia residente nel perimetro delineato dall’ Amministrazione Comunale. Con lo stesso opuscolo, le famiglie vengono altresì invitate a partecipare alla assemblea prevista per Lunedi 30 maggio 2016 alle 21,15, presso Auditorium delle Emozioni, (ex chiesina del S.S. Sacramento) nel corso della quale verrà illustrato il regolamento e le competenze attribuite al nuovo organo, sollecitando la più ampia partecipazione nella costituzione del Comitato di Gestione, che resterà in carica 5 anni.

La convinzione comune tra i componenti del comitato e quella di ritenere Scapezzano e le sue campagne uno dei più bei territori del Comune di Senigallia, per i segni lasciati dalla storia, per il suo paesaggio, troppo spesso sottovalutato, e per questo, a volte, trascurato. Alcuni obbiettivi condivisi che andranno a costituire il programma del Comitato, sono già stati individuati e verranno sottoposti all’assemblea, tra questi possiamo citare: La valorizzazione del patrimonio storico, la valorizzazione del patrimonio paesaggistico, rurale anche attraverso la costituzione di una rete che metta in sinergia le attività già presenti o future, come bed and breakfast, agriturismi, produttori a km. zero, questo consentirà la nascita di una microeconomia locale nel pieno rispetto del territorio. Progetti rivolti al sociale, con particolare attenzione ai ragazzi ed anziani, anche attraverso l’organizzazione di attività che li vedono complementari, per il raggiungimento di obbiettivi volti a migliorare il livello di socializzazione ed animazione della comunità.

L’Intento di collaborare, valorizzare, la scuola ad indirizzo Montessoriano, che costituisce un patrimonio per la comunità ed il territorio con la quale interagisce, proprio per le caratteristiche del metodo di insegnamento. Continuità nella collaborazione e coordinamento con le feste istituzionali “La Castellana” e “La festa dell’olio nuovo” ed i rispettivi circoli presenti ARCI ed ACLI. L’entusiasmo, nonchè le aspettative che hanno caraterizzato gli incontri sono elevate, significa che si sente il bisogno di cambiare, partendo questa volta dalla base e non dal centro del potere, come troppo spesso accade. Utilizzare al meglio l’istituzione che sta nascendo è una opportunità che non vogliamo farci sfuggire, renderla ampiamente partecipata è un dovere. Appunto “…la libertà è partecipazione”

Comitato organizzativo Nuovo Centro Civico Scapezzano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2016 alle 18:14 sul giornale del 26 maggio 2016 - 723 letture

In questo articolo si parla di attualità, scapezzano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axln





logoEV