Arcevia: agesci in festa, 1° centenario dello scoutismo italiano

23/05/2016 - Nell'ambito delle celebrazioni per il Primo Centenario dello Scoutismo Cattolico Italiano, l'Agesci Nazionale in collaborazione con le Sezioni Regionali, i Gruppi Scout presenti sul territorio, i Comuni, le Diocesi, le Parrocchie, Poste Italiane spa, ha attivato un itinerario che attraversa l'Italia, portando nei diversi luoghi di interesse, varie iniziative, quali una Mostra itinerante sullo Scoutismo Nazionale, Celebrazioni liturgiche, Incontri e convegni sullo Scoutismo Cattolico Italiano, annulli Filatelici per l'occasione, racconti intorno al "Fuoco di Bivacco" momento simbolo dello Scoutismo".

Il Centenario della fondazione del Movimento Esploratori Cattolici Italiani, dieci anni dopo quello organizzato per il primo incontro “ Scouting for boys.“ organizzato nell’agosto 1907 sull’isola di Brownsea  nella Manica dal generale inglese  Sir Robert Baden Powell, si sta celebrando in tutta Italia. Nelle Marche  l’A.G.E.S.C.I. ha  deciso di iniziare da Arcevia. Era infatti il 15 giugno 1916 quando il Pontefice Benedetto XV - Giacomo della Chiesa “accorda alla novella Associazione Scout Italiana l’alto favore di un Assistente Ecclesiastico che si faccia interprete del paterno pensiero dell’Autorità della Chiesa ed assicuri all’Istituzione uno sviluppo largo e rigoglioso”.

Inizia la Grande Avventura degli Scout Italiani. Quell’Assistente Ecclesiastico nominato da Sua Santità era Padre Giuseppe Gianfranceschi s.j., “un degno ecclesiastico che raccoglie nel mondo giovanile un universale tributo di stima” come scriveva il segretario di Stato Cardinale Pietro Gasparri e che difese e protesse con elevata autorevolezza l’Associazione dall’ostilità e diffidenza di larga parte del mondo e della stampa cattolica compresa la stessa “Civiltà Cattolica” peraltro anche dopo la negativa esperienza areligiosa e militarista del Corpo Nazionale Giovani Esploratori Italiani. Nato ad Arcevia  dove è sepolto dal 1936 nel lato sinistro dell’abside della Collegiata di San Medardo, prese la maturità classica ad Ancona, si iscrisse alla facoltà di Ingegneria alla Sapienza  frequentando i corsi di chimica, geometria applicata, geodesia, astronomia, meccanica applicata diretti da eminenti professori . Nel 1896 lascia l’università e la fidanzata Dina  di Arcevia ed entra nella Compagnia di Gesù.

Nel 1903 ritorna all’Università laureandosi in fisica che in seguitò insegno nello stesso Ateneo. Fu educatore, teologo, matematico, astronomo, scienziato, Rettore della Pontificia Università Gregoriana, Presidente dell’Accademia Pontificia Nuovi Lincei, fondatore con Guglielmo Marconi e primo Direttore della Stazione Radio Vaticana, Cappellano ed Osservatore Scientifico nella seconda spedizione Nobile al Polo Nord,  rappresentante dei Pontefici ai Congressi Internazionali ed alla Società delle Nazioni Sabato 28 maggio alle ore 16,00  nel chiostro cinquecentesco del Complesso Monumentale di San Francesco di Arcevia, si inaugura la mostra  itinerante aperta fino al 7 giugno sul centenario  e alle ore 17,00 si terrà una solenne concelebrazione liturgica nella Collegiata di San Medardo, dove Padre Gianfranceschi s.j. è sepolto, presieduta da Sua Eminenza il Cardinale Elio Sgreccia e con l‘Assistente Nazionale padre David Brasca per la Presidenza nazionale dell’A.G.E.S.C.I, presenti i Capi Scout delle Marche, la Marina  Militare, il Sindaco di Arcevia Prof. Andrea Bomprezzi e tanti  religiosi e laici con esperienze nello scoutismo, per finire poi con i “Racconti al fuoco di bivacco”. Funge da Coordinatore della Manifestazione Arceviese, “l’Accademia Misena di Roccacontrada”, guidata dal Presidente Dr. Alfiero Verdini, che da anni profonde il proprio impegno per dare risalto alle peculiarità storiche, culturali, turistiche ed enogastronomiche di Arcevia già Roccacontrada.
 

Fabrizio Ferretti,  Segretario dell’Accademia Misena di Roccacontrada.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2016 alle 19:52 sul giornale del 24 maggio 2016 - 820 letture

In questo articolo si parla di attualità, Fabrizio Ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axfN





logoEV