Cambio al vertice del Centro Mazziniano: il nuovo presidente è Alessandro D'Alessandro

22/05/2016 - L’Assemblea dei soci del Centro Cooperativo Mazziniano “Pensiero e Azione”, convocata sabato 21 maggio, ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo che ha designato a nuovo presidente dell’ente di via Chiostergi il dr. Alessandro D’Alessandro.

Classe 1946, laureato in Scienze politiche all’Università di Macerata, già presidente del Consiglio comunale di Montemarciano (dove risiede), D’Alessandro proviene dall’esperienza sindacale nella Uil, mentre sul piano professionale ha lavorato presso un’Azienda multinazionale metalmeccanica con sede a Roma. Ritirato dal lavoro, convinto mazziniano e federalista europeo, appassionato di storia e membro dell’Associazione di Storia Contemporanea, il nuovo presidente subentra al dimissionario Luciano Di Marcelli che per undici anni (2005-16) ha guidato, e propositivamente caratterizzato, il Centro fondato nel 1948 da Giuseppe Chiostergi.

"È un onore e un onere – questa la sua prima dichiarazione – essere stato scelto per la presidenza di questo Centro Mazziniano che negli ultimi anni è divenuto un solido punto di riferimento sul piano sociale e culturale per la città di Senigallia e non solo".

Vicepresidente sarà Mauro Pierfederici, consigliere comunale con delega all’identità territoriale, mentre sono stati confermati dall’Assemblea nel ruolo di consiglieri Marco Severini, Stefano Mengucci e lo stesso Di Marcelli, che sarà il nuovo tesoriere del Centro. Il neo-presidente porterà il suo primo saluto pubblico giovedì 26 maggio (ore 17.30) alla presentazione dell’ultimo libro del prof. Severini, “I grandi assedi del 1849: Ancona” (Ed. Zefiro).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2016 alle 17:23 sul giornale del 23 maggio 2016 - 785 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro cooperativo mazziniano, Alessandro d'Alessandro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axcW





logoEV