Al Salone internazionale del libro di Torino un prestigioso premio per i senigalliesi di Fosforo

19/05/2016 - Dopo il grande lavoro degli animatori scientifici di Fosforo, la festa della scienza di Senigallia appena conclusasi con un record di presenze, è giunto il momento di prendersi qualche soddisfazione. Con un’app. E’ di questi giorni infatti la notizia che il progetto presentato dall’associazione culturale Next è risultato vincitore del concorso nazionale “BitBuk. Nuove storie per nuovi modi di leggere”, un bando per innovativi progetti editoriali per l’infanzia.

Come sempre, bambini e ragazzi sono il vero target delle attività didattiche e dei laboratori realizzati sia nelle scuole durante l’inverno, sia in primavera, nell’ambito della festa della scienza Fosforo. E proprio ai più piccoli si rivolge anche quest’ultimo progetto nato con il concorso BitBuk attraverso il quale s’intende promuovere progetti di letteratura per l’infanzia nel settore digitale sviluppando innovativi prodotti editoriali per bambini.
La selezione è stata promossa dal Centro per il Libro e la Lettura (Cepell), dalla Fondazione per Leggere e dalla Biblioteca dei Ragazzi di Rozzano (Milano), in collaborazione con Le Letture di Biblioragazzi, con Mamamò.it e con il sostegno di Fondazione Politecnico, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e De Agostini Libri. E la premiazione si è svolta venerdì 13 maggio al Salone del Libro di Torino.

Partner e location importanti per un progetto che si basa sull’utilizzo di dispositivi mobili come smartphone e iphone, tablet e ipad: attraverso la demo “Exo: insetti galattici” sarà possibile leggere e conoscere informazioni sulla biologia extraterrestre per giocare sulla personalizzazione di strani animali e sulla creazione di un mondo accattivante dove le mutazioni avvengono in modo molto più veloce rispetto a quanto accaduto sulla Terra.

L’app è però solo il punto di partenza di quello che è un percorso attraverso differenti sistemi mediatici e canali d’intrattenimento realizzato da Rossella Trionfetti, Mattia Crivellini e Valeria Barattini. Il bambino potrà creare il suo insetto galattico che sarà rappresentante di una popolazione: intraprendendo poi avventure e giochi, in cui potrà apprendere nozioni di biologia e di evoluzionistica, vivrà una serie di di sfide per la sopravvivenza legate alle ere: siccità, inquinamento, cambiamenti climatici, tutto attraverso modalità multicanale.

Un nuovo riconoscimento dunque per i ragazzi dell’associazione culturale Next, reduci da un’edizione record di Fosforo. La festa della scienza organizzata e promossa dall’associazione culturale Next, con il sostegno del Comune di Senigallia, dell’Assemblea legislativa delle Marche e del Gruppo Imprenditori Senigalliesi si è conclusa infatti lo scorso 8 maggio con numeri davvero soddisfacenti: oltre 18mila le persone giunte in piazza del Duca e nei luoghi di Fosforo; sold out i diversi laboratori per ragazzi, piene le sale degli incontri con ospiti e ricercatori. Così come sono stati centinaia gli ingressi alla mostra Tech-it-easy dove il meglio dell’innovazione tecnologica è stato esposto con un approccio per così dire “pop” e in modo interattivo, per dare modo a tutti di capire la realtà aumentata o le trasformazioni degli oggetti più comuni.

Numeri che fanno capire come la divulgazione scientifica, se fatta in modo semplice ma rigoroso, possa attrarre tanti visitatori e soprattutto diffondere un modello culturale fuori dai soliti schemi.

Info:
fosforoscienza.it
facebook.com/fosforoscienza







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2016 alle 23:49 sul giornale del 21 maggio 2016 - 1754 letture

In questo articolo si parla di cultura, scienza, fosforo, la festa della scienza, fosforo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aw97





logoEV