Parata di campioni del calcio per Cesarini: insieme Sacchi, Altafini, Beccalossi, Galli e tanti vip

18/05/2016 - Un maestro riconosciuto del calcio di ieri, Arrigo Sacchi, uno di quello attuale, Eusebio Di Francesco allenatore del Sassuolo dei miracoli, un grande direttore sportivo, Walter Sabatini della Roma, campioni di varie epoche, tra cui l’intramontabile Josè Altafini, Giovanni Galli, Fabrizio Ravanelli, Evaristo Beccalossi, Ivica Surjak ed una miriade di personaggi conosciutissimi dello sport più popolare del mondo.

A San Silvestro, al ristorante Seta dello squisito anfitrione Marco Cimarelli, c’è stata martedì sera una passarella di protagonisti del football da far invidia a qualsiasi kermesse internazionale. Difficile avere insieme così tante stelle del firmamento calcistico: merito soprattutto di Floriano Bini e del suo staff che comprende alcuni sponsor di valore ed appassionatissimi di calcio. Si celebrava la figura mai dimenticata di Renato Cesarini, celebre campione nato nel 1907 nella frazione di Castellaro di Senigallia, che giocò con profitto sia co la Juventus che in Nazionale che in Argentina con la mitica maglia del River Plate.

Famoso per i gol realizzati nelle ultime fasi delle partite – da qui il detto “gol in zona Cesarini” – a lui è dedicata una lapide al Castellaro. Ebbene, da Seta, il premio Cesarini è stata l’occasione per parlare di calcio davanti alle telecamere di Rai, Mediaset e Sky. Molti i giornalisti presenti: da Carlo Paris della Rai a Pierluigi Pardo di Mediaset, da Paolo Assogna di Sky a Guido D’Ubaldo del Corriere dello Sport, da Matteo Della Vite della Gazzetta a Guido Montanari, capo della redazione sportiva del Corriere Adriatico. Scintillante la serata presentata dalla piacevolissima conduttrice televisiva Federica Peluffo. E’ stato premiato anche il calciatore del Verona Eros Pisano, autore dell’ultima rete del campionato di serie A.

Oltre al sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi erano presenti anche tanti imprenditori, tra cui Andrea e Luigi Lardini, Paolo Baldoni, Renzo Boccadoro, Andrea Rimini, Donzelli, Francesco Baggio, Flavio Tonetto, Claudio Sartini, Luzi, Tosolini. Oltre 160 ospiti sono intervenuti alla cena ottimamente organizzata da Marco e Laura Cimarelli. Non sono mancate le battute scherzose di Pierluigi Pardo e le domande anche indiscrete ai protagonisti. Walter Sabatini ha glissato sulla sua permanenza alla Roma sollecitato dal tifosissimo Sandro Panci mentre Di Francesco ha ricevuto applausi convinti per le vittorie del suo Sassuolo. Sacchi, Altafini e Beccalossi hanno inscenato un gustoso siparietto tra l’ilarità generale mentre Surjak ha ricordato i suoi trascorsi italiani e la partita dell’Olimpico tra l’Italia e la Jugoslavia quando si scambiò il gagliardetto con il capitano italiano Dino Zoff.







Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2016 alle 21:38 sul giornale del 19 maggio 2016 - 3379 letture

In questo articolo si parla di attualità, gianluca fenucci, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aw6Y





logoEV