Trova e restituisce 550 euro, protagonista un parcheggiatore abusivo

Portafogli con soldi 09/05/2016 - Un gesto di grande onestà quello compiuto da un parcheggiatore abusivo extracomunitario.

Il "parcheggiatore" domenica pomeriggio ha trovato a terra un portafogli contenente 550 euro. L'extracomunitario l'ha poi consegnato al titolare di una gelateria del Foro Annonario che a sua volta l'ha affidato alla Polizia Municipale. I Vigili Urbani hanno poi provveduto a restituire il portafogli con la considerevole somma di denaro al proprietario.





Questo è un articolo pubblicato il 09-05-2016 alle 15:53 sul giornale del 10 maggio 2016 - 6004 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, parcheggiatore, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awI7


Complimenti per l'onestà. Sono notizie che fa piacere leggere

Magari anche chisenefrega, va!
Piuttosto focalizzerei sul fatto che abusivo resta!

Esatto una persona onesta!
Capita molto spesso che gestori di locali (quindi sulla carta regolari) si dimentichino di fare il proprio dovere cioe' fare lo scontrino e di consegenza pagare le tasse.... Per me gli abusivi sono i secondi.

Rispondendo a Ciampy e Nerissimo, avete entrambi torto e ragione, ed entrambi partite da un punto di vista senza volere vedere l'aspetto generale, per portare acqua al vostro mulino.

Ciampy dice che gli abusivi sono i gestori che non fanno gli scontrini. Giusto, ma questo non rende meno abusivi i parcheggiatori abusivi.

Nerissimo dice che resta un abusivo. Vero anche questo, ma ciò non toglie che si tratta di una persona profondamente onesta.

Diciamo che come società dovremmo combattere sia contro l'abusivismo che contro la disonestà.

La disonestà la potremmo combattere smettendo di andare in quei locali che non fanno lo scontrino. O addirittura denunciando alla finanza quelli che non lo fanno, anziché scriverlo su VivereSenigallia.

L'abusivismo dei parcheggi si potrebbe combattere togliendo le macchinette e mettendo dei veri parcheggiatori autorizzati. Sarebbe più facile ed efficace che riempire di telecamere.

Una persona onesta?

Stiamo parlando di un parcheggiatore "abusivo" (che già ne identifica l'onestà).

Credo che alcuni italiani abbiano delle serie difficoltà con il dizionario della lingua italiana.

Caro Ciampy,
se il proprio dovere è rispettare la legge, lo devono fare anche gli "abusivi", la sua opinione su chi è abusivo conta poco o nulla.

Non mi risulta, in fatti, che i parcheggiatori paghino le tasse ne che il loro "lavoro" sia in regola.

Ma, per l'appunto, uno dovrebbe conoscere cosa definisce il dizionario della lingua italiana.

Seriamente, ma pensate che qualcuno si svegli la mattina e decida di fare il parcheggiatore abusivo perché disonesto?
Io credo che lo faccia per disperazione.
È facile prendersela con i più deboli, come i parcheggiatori abusivi, molto più difficile individuare le cause che portano a certi comportamenti e rimuoverle.

Caro dragodargento,
gli italiani, in genere provinciali, pensano d'essere più furbi di tutti gli altri.

Purtroppo non è cosi. Il falso invalido che ti frega al semaforo zoppicando, i ragazzini che vendevano i fazzoletti e, adesso, i parcheggiatori abusivi (ma onesti, stranamente) sono tutti più furbi dell'italiano medio.

Ma si sa, in italia si rispetta la legge che fa comodo, ecco, dunque, lasciar stare i parcheggiatori abusivi che, di certo, non pagano le tasse ma dare addosso ai baristi.

Davanti al caffè uliassi al cesano, per esempio, hanno speso qualche migliaio di euro per spostare il marcapiede e fare un piccolo parcheggio perchè gli avventori onesi parcheggiavano illegalmente sul marciapiede.

Persino il doblò della polizia municipale l'ho visto parcheggiato contromano sul marciapiede.

Il concetto di onestà, in genere, si accompagna a quello del rispetto della legge, in generale.

Ma in italia i due concetti sono totalmente distinti. Ecco, dunque, osservare delle multe allucinanti senza il minimo senso logico nei confronti dei cittadini che, in genere, si comportano bene e rispettano alla lettera la legge ma, in generale, esser oltremodo tolleranti conto le attività palesemente illegali.

Quindi io non parlerei di onestà, quanto di ottusità (che è l'opposto esatto del buon senso) nel valutare il comportamento delle persone.

Se cosi non fosse, d'altronde, l'italia sarebbe un paese migliore, cosa che, banalmente, non è,

Buona serata.

p.s.:
In quanto alla disperazione, dovreste parlare con i ristoratori convenzionati per l'accoglienza dei profughi economici.
Se in italia non c'è lavoro e gli stranieri continuano ad arrivare pretendendo o di avere un lavoro o di violare la legge, penso ci sia qualcosa che non vada nelle "lacrime borghesi" degli italiani.

Dite quello che accidenti vi pare, ma dopo tanti articoli e comunicati sui timori, i possibili danni, le minacce vere o percepite, fa piacere leggere questa bella notizia.
E fa ancora più piacere in quanto l'azione è stata fatta da persone che sicuramente con quei soldi ci avrebbe campato e bene!




logoEV