Il vice ministro Morando in città per l'Art Bonus: cercasi mecenati per Palazzetto Baviera

06/05/2016 - Il vice Ministro per l’economia Antonio Morando in città per promuovere l’Art Bonus. Il convegno sul tema del recupero da parte di privati del patrimonio culturale pubblico con sgravi fiscali del 65% tenutosi ieri pomeriggio alla Rotonda, ha richiamato sulla spiaggia di velluto l’inviato del Governo che ha colto anche l’occasione per visitare la spiaggia di velluto.

 In mattinata il vice ministro Morando insieme al sindaco Maurizio Mangialari ha visitato edifici simbolo della città come la Rotonda, la Rocca Roveresca passando per piazza del Duca con palazzetto Baviera fino ad arrivare in piazza Garibaldi che sta sempre più prendendo forma con l’ultimazione dei lavori di riqualificazione. Monumenti e luoghi simbolo del patrimonio storico e culturale senigalliese che, come ha fatto notare il vice ministro “sono il simbolo concreto dello spirito con cui è stata promossa l’Art Bonus”. E la spiaggia di velluto ha colto la palla al balzo “mettendo sul mercato” i gioielli di palazzetto Baviera. Lo storico edificio che tra qualche mese sarà restituito alla città dopo oltre di anni di attesa, è in cerca di mecenati. La giunta ha infatti aderito all’iniziativa dell’Art Bonus predisponendo un elenco di beni culturali di proprietà comunale conservati all’interno di Palazzetto Baviera che potranno essere oggetto “di interventi di manutenzione, protezione e restauro da parte di privati, enti o società”. I privati che si faranno carico di recuperare i gioielli di Palazzetto Baviera potranno beneficiare di un credito d'imposta pari al 65% dell'erogazione liberale, detraibile in tre annualità. L’elenco dei beni restaurabili comprende vari arredi tra cui un tavolo in legno intagliato, seggiole in legno laccato e dorato con seduta in canna d’India, seggiole neoclassiche, una coppia di comodini con intarsi in avorio, una cassapanca intagliata con bacellatura, seggiole in legno di faggio con stemma araldico, una cassapanca intagliata, seggiole in legno di noce intagliato e sedute con stoffa rossa del XVIII secolo. Per i più “generosi” ci sarà anche la possibilità di partecipare economicamente al restauro dei preziosi soffitti a stucco opera di Federico Brandani raffiguranti alcune storie dell’Antico testamento e le Fatiche di Ercole. Tutti gli interventi sono già stati approvati dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio delle Marche.





Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2016 alle 17:57 sul giornale del 07 maggio 2016 - 594 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awEs