Record di nascite a San Paolino: dieci parti in ventiquattro ore all'ospedale di Senigallia

05/05/2016 - Primato speciale per l'ospedale di Senigallia. Il patrono San Paolino ha portato bene al reparto di ostetricia che ha registrato un record di parti.

Il 4 maggio sono nati ben sette bebè, dieci se si conta l'arco di ventiquattro ore. Un record assoluto e una grande gioia per tutti i medici, le ostetriche e le infermiere di Ostetricia che non hanno più culle per i nuovi arrivati. E poco importa se nessuno ha onorato il Santo chiamandosi Paolo o Paola.

Quello che conta è che tutti i parti sono andati bene e tutti naturali, senza neanche un parto cesareo. Un primato che rilancia con forza il tema della chiusura dei punti nascita previsto dal piano regionale della riorganizzazione sanitaria. Senigallia è al ballottaggio con Jesi ma solo in uno dei due ospedali potranno continuare a nascere bambini.

“Il record registrato speriamo sia di buon auspicio -commenta il presidente della Commissione Regionale Fabrizio Volpin- L'esistenza dei punti nascita è legata al numero dei parti e questa notizia fa ben sperare. L'auspicio è che possano essere messe in piedi iniziative atte a rendere appetibile il punto nascite (e incrementare ulteriormente il numero dei parti ndr) come l'introduzione del parto indolore, l'avvio delle nuove sale parto da troppo tempo in attesa ed altro”.





Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2016 alle 23:18 sul giornale del 06 maggio 2016 - 4637 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, ospedale, nascite, articolo, parti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awBh


Paul Manoni

06 maggio, 11:22

Off-topic

"Il patrono San Paolino ha portato bene a.."

Singolare che la stessa cosa non sia stata scritta nel 2014. Probabile che la scelta di attribuire (o meno) la benevolenza del patrono verso Sebigallia ed i suoi cittadini a seconda dei casi è quando più torni utile, si dettata da motivazioni tutt'altro che metafisiche.

A fronte dei problemi di natalità, viste le soluzioni proposte per il raggiungimento dei record, ci si potrebbe affidare collettivamente a santini, ferri di cavallo, cornetti portafortuna, ceri votivi, abracadabra e macumbe varie. Risultati garantiti, a quanto pare.

Complimenti a tutti i genitori e soprattutto al reparto di Ostetricia.