In libreria la nuova ricerca di Marco Severini

03/05/2016 - È giunta nelle librerie cittadine la nuova ricerca storica di Marco Severini (Università di Macerata), intitolata I grandi assedi del 1849: Ancona, (Ed. Zefiro, 2016), che ricostruisce una pagina gloriosa del nostro Risorgimento, la resistenza di 5.000 italiani, cittadini di una Repubblica leggittimamente proclamata dai rappresentanti del popolo, contro 15.000 austriaci, al soldo della controrivoluzione europea, un esercito che insieme a quello di Francia, Spagna e Regno delle Due Sicilie invase illegittimamente i territori italiani.

È dal 1925, allorché usci l’ampio e documentato lavoro del generale Gualtiero Santini (1866-1969, apprezzato studioso di storia), che non viene pubblicata una ricerca su questa clamorosa vicenda che vide impegnata Ancona, la terza città della Repubblica romana, contro le soverchianti forze reazionarie.

Nel libro sono trattati molteplici aspetti: l’oblio appunto che è caduto sulla vicenda; i suoi aspetti storici, politici, miitari, civili e sociali; le ricadute nel contesto marchigiano, con un’attenzione particolare al ruolo avuto da Senigallia e dai senigalliesi nella circostanza; il coinvolgimento degli stessi nipoti di Pio IX, trasferiti in via cautelativa ad Ancona (Senigallia era allora sotto la delegazione di Pesaro-Urbino) e protagonisti di una drammatica vicenda. Per questa valorosa resistenza durata 25 giorni Ancona ricevette, nel 1899, la medaglia d’oro, anticamera – come spesso avviene quando si tratta di medaglie, onorificenze, lapidi, etc. – di una totale dimenticanza da parte della comunità dorica e di quella degli studiosi. Si poteva indubbiamente fare meglio e di più, anche in considerazione dei diversi enti storici che si trovano nel capoluogo marchigiano.

Dopo l’anteprima ad Ancona di sabato 30 aprile, seguita da un pubblico numerosissimo e partecipe, il libro, che parte dalla vicenda delle numerose città italiane assediate e bombardate nel 1849 per concentrarsi su quello posto ad Ancona, sarà presentato a Senigallia giovedì 26 maggio, alle ore 17.30, presso la Sala conferenze della Biblioteca “Antonelliana”. Nella circostanza interverranno, insieme all’autore, il presidente dell’Accademia di Oplologia e Militaria, Massimo Ossidi, e la nuova bibliotecaria dell’Associazione di Storia Contemporanea, Monica Diambra.


da Associazione di Storia Contemporanea
Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2016 alle 22:09 sul giornale del 04 maggio 2016 - 642 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, senigallia, storia contemporanea, associazione di storia contemporanea e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aww3





logoEV