Susanna Camusso al Musinf: 'Valorizzare la storia esemplare di questo museo'

02/05/2016 - La leader nazionale della Cgil Susanna Camusso mercoledì scorso, dopo aver tagliato il nastro dei nuovi locali della CGIL situati in via Mamiani, ha visitato, con grande interesse il Musinf, che è il museo comunale d'arte moderna di Senigallia.

Il Musinf conserva la storica raccolta fotografica del Gruppo Misa, con le opere vintage di Mario Giacomelli, Ferruccio Ferroni, Giuseppe Cavalli e degli altri esponenti della scuola fotografica senigalliese. Intorno ad essi è oggi acceso un grande interesse di istituzioni museali italiane e straniere. Per esempio sono in corso mostre di opere di Mario Giacomelli a Palazzo Braschi (Museo di Roma), al Museo di Sens e al Polo museale della fotografia di Tolosa. Il prof. Stefano Schiavoni, nell'occasione, ha illustrato l'itinerario espositivo e la storia dell'istituzione museale senigalliese d'arte moderna e della fotografia. Susanna Camusso ha segnalato il suo personale interessamento e quello della Cgil affinchè vengano assunte iniziative per valorizzare, a livello locale e nazionale, la storia del Museo comunale d'arte moderna e della fotografia di Senigallia.

Il Musinf era nato, negli anni Ottanta da un progetto del prof. Carlo Emanuele Bugatti, che oggi dirige l'istituzione museale. Si tratta di un progetto al quale avevano collaborato con idee e donazioni di loro opere famosi artisti del Novecento come Ernesto Treccani, Orfeo Tamburi, Arnoldo Ciarrocchi, Pericle Fazzini, Gianni Dova, ma anche quelli che, al tempo erano giovani artisti del Sindacato Artisti CGIL, tra cui lo stesso Stefano Schiavoni. Il prof. Schiavoni, che è stato anche assessore alla cultura di Senigallia, ha subito comunicato l'interessamento della leader della Cgil al Sindaco Maurizio Mangialardi e al direttore del Musinf.

Il prof. Bugatti ha segnalato al prof. Schiavoni, al sindaco Mangialardi ed all'assessore alla cultura Simonetta Bucari, che occasione opportuna per le iniziative di valorizzazione proposte dalla Camusso, sarebbe la celebrazione del centenario dello scultore senigalliese Alfio Castelli, personalità di rilievo della plastica italiana del Novecento che con lui era stato uno dei promotori della fondazione del sindacato artisti Cgil. Alfio Castelli aveva ricoperto anche ruoli importanti nella direzione del sindacato artisti. Di Alfio Castelli il Musinf conserva varie opere, ora esposte alla Rocca Roveresca, al Teatro La Fenice e negli spazi del Musinf.

.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2016 alle 18:04 sul giornale del 03 maggio 2016 - 783 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awtZ





logoEV