Niente gita per lo studente disabile, costretto a rimanere da solo in classe

Ingresso Istituto marchetti 01/05/2016 - Un alunno disabile è rimasto da solo a scuola con l’assistente, mentre i suoi compagni andavano in gita perché la pedana dell’autobus per farlo salire non funzionava.

È arrivato un altro mezzo, ma lo stesso problema tecnico gli ha impedito di salire. È stata poi giudicata troppo grande la responsabilità di prenderlo in braccio per farlo sedere in autobus e così è stato costretto a restare in classe.

Lo spiacevole episodio è accaduto venerdì scorso ad uno studente di 12 anni che frequenta la scuola Marchetti. I genitori appresa la notizia hanno scritto una lettera di reclamo contestando il trattamento riservato al figlio.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 01-05-2016 alle 19:38 sul giornale del 02 maggio 2016 - 1849 letture

In questo articolo si parla di marchetti, scuola, cronaca, redazione, istituto marchetti, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awr7


La Marchetti continua a perseverare con certi comportamenti? Classe '91, io sono stato un testimone oculare; un ragazzo ha subito lo stesso trattamento, con tanto di lavaggio del cervello a noi alunni. Per non parlare della scarsità di insegnamento (in quel periodo) del corso musicale(professori di musica a parte), una vergogna petalo... ehmmm... vergognosa!

Le scuole pubbliche devono essere a prova di qualsiasi individuo, dal disabile al plusdotato(categoria lasciata un po' a se stessa)!

angelo pagliarani

02 maggio, 15:35
vergogna! in un altro articolo la dirigente affermava..."faremo un'altra gita!" , ma è lo stesso? a quella gita nessuno doveva partire e chi ha prenotato il pulman sbagliato a ... casa per un pò!

mmmmmmmmmmm
che danno che è stato fatto a quel bambino!
e poi la solidarietà degli altri alunni!!! proprio siamo riusciti a farlo sentire diverso!!!

francesco paradisi

03 maggio, 10:12
Confermo anch'io il commento "vergogna!".La gita sarebbe dovuta essere annullata e mi viene da aggiungere che hanno sbagliato tutti,non solo chi ha prenotato il pulman.Tutti quelli che sono venuti a conoscenza del problema: preside,professori,ma anche genitori presenti.