Fosforo: show ed esperimenti in piazza a Senigallia

30/04/2016 - Dal mentalismo matematico alla scienza circense, dalla scatola di Einstein allo studio dei materiali “stressati”, dal Dna divertente di un biologo venezuelano agli aperiquiz di Mr.X, alle onde gravitazionali, alla chimica in piazza e allo “All Star Show”.

Sono tantissime le attività che Fosforo porta in piazza a Senigallia, dal 6 all’8 maggio, per la sesta edizione della festa della scienza.

L’edizione 2016 è caratterizzata da oltre 40 eventi, spettacoli, laboratori, dimostrazioni che inonderanno di scienza tutto il centro storico di Senigallia, dando palco e riflettori a ricercatori, divulgatori scientifici e appassionati di quei piccoli misteri che ci circondano ogni giorno e su cui possiamo fermarci a riflettere e, allo stesso tempo, divertire. Ben 32 sono le attività che si svolgeranno condensate in tre giorni nel solo main stage in piazza del Duca: a ciò si aggiungono i sei incontri con i ricercatori universitari alla Sala del Trono del palazzo ducale affiancati dalla mostra con i rompicapo giganti e sugli inganni della mente, la fiera in piazza del Duca, il calcio biliardo in piazza Roma, le attività per i bimbi dai 4 ai 7 anni nel cortile della biblioteca Antonelliana, lo spazio Drone 4 Kids e lo School Expo, dedicato ai laboratori realizzati con le scuole di Senigallia, Fano e Pesaro, presso i giardini della Rocca Roveresca.

Che dire poi del grande spettacolo di chimica che divertirà ed entusiasmerà il pubblico dell’auditorium San Rocco nella serata di venerdì 6 maggio, o dello spettacolo “Cacciatori di onde” (gravitazionali) che si terrà la sera seguente alla chiesa dei Cancelli?

Fosforo, la festa che porta la scienza in piazza, accessibile a tutti, ha chiamato a raccolta per l’edizione 2016 i migliori ricercatori e divulgatori scientifici italiani e internazionali. Ecco un assaggio di chi sarà presente a Senigallia dal 6 all’8 maggio.
Innanzitutto ci saranno gli animatori dell’associazione culturale Next che da sei anni promuovono l’iniziativa assieme al Comune di Senigallia, all’Assemblea legislativa delle Marche e al Gruppo Imprenditori Senigalliesi. Direttamente dall’inghilterra arriverà invece Derek Breen, il designer, istruttore e distruttore, autore del famoso libro “Scratch for Kids” che, insieme all’ingegnere e docente dell’Università di Urbino Alessandro Bogliolo, farà del coding uno spettacolo. Il fondatore di CircoScienze Pietro Olla arriva dalla Sardegna: ha ideato il progetto didattico che utilizza il circo per divulgare la scienza: a Senigallia presenterà, tra gli altri spettacoli, il suo “Prof. Pietrosky e il coniglio nel cappello”.

Massimiliano Trevisan e Irene Luzi, della cooperativa perugina di Psiquadro, mostreranno a tutti il comportamento dei materiali sotto stress, mentre il biologo venezuelano Eduardo Losada Cabruja spiegherà perché “siamo tutti Dna”. Dal più vicino Museo del Balì di Saltara (PU) arriverà Michelangelo Rocchetti con il suo matementhal show, uno spettacolo che unisce la matematica al mentalismo, mentre il docente svizzero Giorgio Häusermann illustreà come i giocattoli possono sostituire le formule per capire la fisica.

Avete mai sentito parlare della scienza delle cianfrusaglie? No? Allora non potete perdervi lo spettacolo di Daniele Molaro, fisico e divulgatore scientifico torinese con anni di esperienza teatrale, realizzato in collaborazione con B:kind, lo spazio virtuale di coworking in cui si riuniscono e collaborano professionalità del mondo della divulgazione e della comunicazione per dare vita a diverse attività formative. A Senigallia i ragazzi del B:kind porteranno anche i laboratori didattici “La foresta di Darwin” di Xenia Fosella, “How smart is your phone?” e “Robomaker”. Chi l’ha detto poi che i droni sono solo per i grandi? Ai giardini della Rocca Roveresca è stata realizzata l’arena dei droni grazie all’associazione romana DiScienza. Volare per credere! Così come verso i giovanissimi si rivolgono le azioni sperimentali nel campo delle arti, della scienza e della cultura del Teatro Le Nuvole di Napoli, per imparare giocando.

Non mancano le attività con le scuole: in mostra a Fosforo ci saranno anche i progetti dei laboratori realizzati durante l’anno scolastico. I ragazzi animeranno il prato della Rocca roveresca condividendo con i visitatori le loro scoperte e conquiste. Parteciperanno: l’associazione Il Piccolo Grande Alessandro Onlus, l’istituto comprensivo Faà di Bruno, l’istituto comprensivo Senigallia Nord Mario Giacomelli, l’istituto comprensivo Senigallia Centro Fagnani, l’istituto di Istruzione Superiore B.Padovano, l’istituto Professionale A. Olivetti - Polo 3 Fano, e l’istituto Tecnico Economico e Tecnologico E.F.Corinaldesi che, attraverso i suoi studenti, ha allestito presso la sede di via D’Aquino una escape room.

Continua come ogni anno la collaborazione di Fosforo con le università, partner scientifici della festa di Senigallia: torna, con uno spazio allestito nei giardini della Rocca, l’Università Politecnica delle Marche, dopo il grande successo di pubblico con la notte dei ricercatori ad Ancona e del talent show Famelab, la cui sfida tra finalisti senigalliesi si terrà l’8 maggio in piazza del Duca. Così come torna l’Università di Camerino che allestirà venerdì 6 maggio, presso l’auditorium San Rocco, uno spettacolo di chimica dal titolo: Unicam Chemistry Show.

Insomma un programma ricco e variegato, adatto a tutti i tipi (e le età) di curiosi e appassionati che il 6, 7 e 8 maggio arriveranno a Senigallia per farsi contaminare dalla  scienza, dalla ricerca e dall’approfondimento, senza dimenticare di divertirsi.

Info: fosforoscienza.it
 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2016 alle 18:48 sul giornale del 02 maggio 2016 - 2089 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, scienza, fosforo, la festa della scienza, fosforo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awq8





logoEV