Finto carabiniere sequestra gioielliera, rappresentante e cliente. Rapina-shock alla Collana

27/04/2016 - Si traveste da carabiniere e insieme ad altri tre complici sequestra la titolare, un rappresentante ed un cliente. Una rapina in una delle vie più frequentate del centro quella andata in scena intorno alle 17 di mercoledì all'interno della gioielleria La Collana, in via Carducci.

In negozio, poco dopo l'apertura, si è presentato un uomo vestito da Carabiniere. All'interno della gioielleria c'era la titolare, Clara Capodagli, insieme ad un rappresentante ad una cliente e ad un secondo cliente rivelatosi poi essere il complice del rapinatore. Infatti il finto carabiniere ha suonato il campanello proprio mentre il cliente-complice si erafatto aprire la cassaforte per vedere un gioiello. La titolare, tranquillizzata dalla divisa, ha aperto la porta a quello che si è rivelato essere poi un rapinatore. Dietro di lui si sono infilati attraverso la porta altri due rapinatori con il volto travisato da un passamontagna.

Una volta dentro il finto carabiniere e i compari hanno immobilizzato i tre, legando la titolare e il cliente e ammanettando il rappresentante. La titolare è stata sbattura a terra sotto la minaccia di una pistola che impugnava il finto carabiniere. La banda ha iniziato ad arraffare quanti più gioielli possibile ripulendo la cassaforte e il bancone per un bottino da 500 mila euro.

Subito dopo sono scappati. A quel punto, ancora sotto shock, le vittime sono riuscite a chiedere aiuto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la Polizia che si sono messi sulle tracce della banda di rapinatori di cui al momento non si hanno notizie.

In queste ore gli inquirenti stanno monitorando i filmati delle telecamere della gioielleria.





Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2016 alle 20:37 sul giornale del 28 aprile 2016 - 5450 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, rapina, articolo, la collana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awjI


luigi alberto weiss

28 aprile, 08:32
Sì, ma un comando d'allarme a portata di mano, magari sotto il bordo del bancone come nei film, d'azionare appena vista la piega della cosa?




logoEV