Scomparsa di Giuliano Zavatti, Mangialardi: “Un modello di impegno civile”

giuliano zavatti 26/04/2016 - Così il sindaco Maurizio Mangialardi sulla scomparsa di Giuliano Zavatti.

“Con la scomparsa di Giuliano Zavatti, perdiamo un protagonista della vita pubblica cittadina, uno dei volti più noti e amati. Nella solco tracciato dalla lezione del padre Alberto, sindaco della ricostruzione nel secondo dopoguerra, e tenendo fede ai suoi stessi ideali democratici di libertà e giustizia, con grande passione ha saputo dare alla politica e all’attività amministrativa svolta tra le fila del Pci un profondo significato etico. Assessore all’Urbanistica a cavallo degli anni settanta e ottanta, poi consigliere comunale e presidente della Gestiport, ha vissuto i suoi ruoli istituzionali come un rigoroso e disinteressato servizio a favore dei suoi concittadini, per migliorarne ogni giorno la qualità della vita.

Grande sportivo, Giuliano lascia un grande vuoto anche tra chi ha condiviso con lui l’immensa passione per il mare e la pesca, che lo ha portato a diventare un punto di riferimento imprescindibile per le tante associazioni di settore. Oggi, di fronte alla disaffezione di molti cittadini nei confronti della politica e all’affievolirsi di quei valori che spingono gli uomini a unirsi e a cooperare per il bene comune, la vita vissuta da Giuliano Zavatti rappresenta un modello di impegno civile da indicare ai più giovani”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2016 alle 16:34 sul giornale del 27 aprile 2016 - 934 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awgv





logoEV