La Città Futura si rinnova: nuovo Statuto, Consiglio Direttivo e Presidente

23/04/2016 - A Senigallia, grazie a La Città Futura, continua il percorso per una sinistra ambientalista unitaria e inclusiva. Un processo che ci auguriamo trovi un punto di approdo anche a livello nazionale e per il quale cercheremo di dare il nostro contributo.

Eravamo partiti nel 2010 come unione di tre partiti, PdCI, Verdi e Sel, ci siamo poi progressivamente affrancati, grazie all'adesione di nuove persone e nuove esperienze, dalla rigidità di quelle appartenenze e, senza rinnegare le nostre origini, possiamo dire di essere qualcosa di più e di meglio della semplice somma di quei partiti.

Con l’assemblea di venerdì 22 aprile La Città Futura ha concluso la fase costituente che si era aperta il 10 luglio 2015: un nuovo statuto, un nuovo simbolo e organi rinnovati.

Anche se il nostro campo d’azione non può che essere quello locale, non vogliamo certo rinchiuderci nel ruolo di “lista civica”. “Pensare globalmente e agire localmente”, recita l’ormai antico, ma sempre valido, motto ambientalista. Siamo consapevoli infatti che le crisi che ci stanno di fronte, quelle della democrazia, quelle ambientali e climatiche, quelle energetiche, quelle economiche, sociali e del lavoro, quelle delle guerre e delle grandi migrazioni, sono sfide nazionali, europee e planetarie. Solo attraverso uno sguardo ampio sui grandi mutamenti che stiamo vivendo e solo con uno sforzo di conoscenza, il più possibile libero da pregiudizi, si può sperare che tante necessarie azioni, seppur piccole e locali, si colleghino tra loro e abbiano efficacia. Per questi motivi ci siamo costituiti come “Libera associazione culturale e politica”.

Gli organi de La Città Futura sono: l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente e il Tesoriere. L’Assemblea dei soci è l’organo sovrano e prende tutte le decisioni. Il Consiglio Direttivo è composto da cinque membri, compreso il Presidente, eletti dall’Assemblea. Ha il compito di coordinare l’Assemblea e di attuarne concretamente le decisioni. Al Presidente compete di presiedere e coordinare il direttivo, a lui spettano la firma e la rappresentanza di fronte a terzi. Il Tesoriere, anch’esso eletto dall’Assemblea, tiene la contabilità e predispone i bilanci di previsione e consuntivi. Tutte le cariche hanno la durata di due anni.

I cinque componenti del consiglio direttivo eletti dall’Assemblea sono: Massimiliano Giacchella, Marco Lion, Francesco Mancini, Francesca Paci e Marco Scaloni, tra questi l’Assemblea ha scelto come Presidente Massimiliano Giacchella. Come tesoriere è stato eletto Luciano Principi.

Si è proceduto inoltre all’elezione del Collegio dei Probiviri nelle persone di: Licio Grossi, Giuliana Nasini e Ferdinando Salvioni.

Assolto questo doveroso e sostanziale passaggio non ci resta che riprendere con ancora più energia e convinzione l’attività politica tramite i nostri rappresentanti nelle istituzioni, la Consigliera comunale Nausicaa Fileri e l’Assessore Carlo Girolametti, e attraverso i nostri “gruppi di lavoro tematici”, sede di approfondimento, studio, elaborazione progettuale e iniziativa politica.

Invitiamo tutti coloro che hanno interesse per il bene comune, idee, voglia di confrontarsi e impegnarsi ad iscriversi a La Città Futura.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2016 alle 15:37 sul giornale del 26 aprile 2016 - 949 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awc6