Ex pescatore di Cesano colto da malore in barca, inutili i soccorsi

23/04/2016 - Tragico ritrovamento ad un miglio dal porto di Senigallia. Sabato pomeriggio è stato recuperato il corpo senza vita di un ex pescatore del Cesano.

 G.M., classe 1935, era uscito attorno alle 12 con la sua barca. Attorno alle 15:30 i familiari, non vedendolo rientrare, hanno dato l'allarme all'Ufficio Locale Marittimo.

Il comandante Cristoforo De Giuseppe ha immediatamente avviato le ricerche: mentre la Guardia Costiera di Ancona ha inviato una motovedetta per le ricerche in mare e la Gestiport ha perlustrato la zona del porto di Senigallia, il personale dell'Ufficio Locale Marittimo ha inviato una pattuglia via terra.

Ricerche terminate attorno alle 16:30 quando la Gestiport ha localizzato e raggiunto l'imbarcazione dell'ex pescatore. Qui la tragica scoperta. L'uomo, che soffriva di problemi cardiaci, era già deceduto. Sarebbe stato colto da un malore improvviso.

Sul posto il personale dell'Ufficio Locale Marittimo, la Guardia Costiera di Ancona, la Gestiport e i sanitari del 118.





Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2016 alle 18:00 sul giornale del 26 aprile 2016 - 6325 letture

In questo articolo si parla di cronaca, gestiport, senigallia, guardia costiera, 118, Sudani Alice Scarpini, articolo, ufficio locale marittimo di senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awdj

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici