Sorpresi a rubare borse dalle auto in sosta, arrestati due giovani anconetani

18/04/2016 - I Carabinieri della stazione di Montemarciano hanno arrestato due giovani anconetani, rispettivamente di 27 e 24 anni, in concorso tra loro, per furto aggravato.

I militari, intervenuti la notte scorsa sulla statale 16 Adriatica dove un cittadino aveva segnalato di aver sorpreso due persone che, dopo aver forzato le portiere di una Fiat Punto rossa, si erano impossessati di due borse che si trovavano nel bagagliaio, hanno intercettato l'auto, di cui il cittadino aveva segnalato anche il numero di targa, fermandola al termine di un breve inseguimento nei pressi di un'area di servizio a Falconara Marittima.

L'immediata perquisizione ha consentito ai militari di rinvenire, nascosto nel vano portaoggetti dello sportello del conducente, un cacciavite di piccole dimensioni risultato essere perfettamente compatibile con i segni lasciati nel corso dell’effrazione sulla Fiat Punto. Inoltre, i carabinieri hanno appurato che dalla Fiat Punto erano state trafugate le borse di proprietà di due ragazze di Mondolfo, che si erano recate con gli amici in discoteca.

Pertanto i due fermati, trovati in possesso della somma in contanti di 60 euro sottratta dalle borse, di cui erano riusciti a disfarsi prima di essere bloccati dai Carabinieri e rinvenute successivamente in un campo adiacente con all'interno i telefoni cellulari delle vittime, sono stati accompagnati nelle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.

Lunedi, al termine dell'udienza di convalida, il Tribunale ha rimesso in libero i due giovani anconetani. La refurtiva è stata restituita alle legittime proprietarie mentre il cacciavite è stato sottoposto a sequestro.







Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2016 alle 16:53 sul giornale del 19 aprile 2016 - 2664 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marzocca, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di montemarciano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/av1k