Moto: Superstock 1000, giornata difficile sul bagnato per Federico Sanchioni

18/04/2016 - I nostri piloti hanno disputato la seconda gara del Campionato, concludendo in 25^ (Francesco Cavalli) e 27^ (il senigalliese Federico Sanchioni) posizione.

Il weekend è iniziato sotto la pioggia, con le prove libere del venerdì svolte su pista bagnata: è stata una giornata particolarmente intensa, i piloti hanno avuto qualche difficoltà, soprattutto nella guida sulle parti lente, ma hanno concluso la giornata con un deciso miglioramento. Federico Sanchioni è passato da un 2’14.493 ad un 2’05,884 mentre Francesco Cavalli ha migliorato il suo 2’09.948 in un 2’06.915. Le qualifiche de sabato, svolte senza pioggia, hanno portato qualche difficoltà.

Non è stato infatti semplice trovare un setting nuovo sull’asciutto. Con un vento più incisivo ma con qualche raggio di sole e senza pioggia, i crono dei nostri piloti si sono comunque accorciati, con un 1’42.872 per Federico e un 1’43.211 per Francesco. Concludono così le qualifiche in 34^ e 35^ posizione. Domenica mattina per il warm-up sono state fatte delle modifiche all'assetto che hanno dato i loro frutti e i piloti hanno trovato subito un buon feeling, migliorando i tempi della qualifica. Decisamente travagliate sono state le prime fasi: poco prima dell'ingresso in pista ha iniziato a piovere; gli assetti delle moto sono stati quindi cambiati nuovamente per la pista bagnata.

La gara è iniziata con una bandiera rossa subito al primo giro, seguita da una seconda per problemi tecnici ad una Yamaha. Alla terza ripartenza, con un forte sole e vento che nel frattempo stavano asciugando la pista, molti piloti hanno optato per le gomme da asciutto. La gara si è così svolta sulla distanza ridotta a nove giri. Adesso il Team sta rientrando in Italia dove ci sarà un bel po’ di lavoro da fare in preparazione al prossimo round: Imola!

Ecco le dichiarazioni del post gara.
Federico Sanchioni - PUNTO MOTO Corse #13: “Giornata particolarmente difficile causa meteo che ha influenzato l’andamento di tutta la gara costringendoci a fare due ripartenze veloci. Abbiamo iniziato con il sole provando soluzioni per una possibile gara asciutta. Ha poi iniziato a piovere quindi ci siamo trovati un po’ in difficoltà. Fare una gara sull’acqua sinceramente mi piaceva sia per arricchire la mia esperienza sul bagnato che per colmare il gap che avevamo sull’asciutto. Siamo entrati in pista con le rain, la gara è partita ma è stata subito interrotta quindi siamo rientrati ai box. A seguito del secondo stop abbiamo atteso altri venti minuti durante i quali la pista ha iniziato ad asciugarsi. In quel momento bisognava scegliere se partire con gomme da asciutto o da bagnato e io ho fatto la scelta sbagliata optando per le rain, sperando ripiovesse e che la pista non si asciugasse del tutto. Purtroppo al termine dei primi giri mi sono ritrovato in difficoltà. Non mi sono voluto ritirare e ho portato la gara a termine, speriamo di rifarci a Imola.”

Francesco Cavalli - PUNTO MOTO Corse #99: “Gara difficile. Sono partito forse con un po’ troppa energia e sono caduto alla seconda curva. Ci avevo già rinunciato ma poi ho visto la bandiera rossa e sono tornato indietro per riprendere la moto e spingerla di corsa fino ai box. Nell'ingresso in pista per la seconda ripartenza mi sono accorto che nella caduta si era danneggiato l’impianto elettrico e non potevo disabilitare il pit-limiter. Con la seconda bandiera rossa sono potuto rientrare ai box e sistemare i problemi sulla moto per poter ripartire. Nel frattempo la pista si è asciugata, ho deciso di mettere le gomme d’asciutto e ho fatto la mia gara. Complessivamente sono soddisfatto del lavoro svolto in questo weekend e sono fiducioso per i prossimi sviluppi della moto.”

Gigi Scassa - PUNTO MOTO Corse Team Manager: “Assen da sempre è un tracciato molto tecnico e difficile per le moto, se poi ci aggiungiamo il classico meteo olandese diventa quasi impossibile azzeccarle tutte. I nostri piloti però hanno affrontato il weekend nel migliore dei modi, sono stati bravi sul bagnato, e hanno dato indicazioni utili per lo sviluppo della moto che ancora è molto indietro rispetto alla concorrenza. La gara è stata poi compromessa dal solito acquazzone inatteso che ha costretto a decisioni azzardate molti piloti fra cui i nostri, Francesco ha scelto gomme da asciutto e Federico le rain, situazioni diverse che ogni pilota giustamente analizza in virtù delle proprie caratteristiche. Bravi comunque ad arrivare in fondo, riuscire a non cadere oggi non era facile anche se Francesco una piccola scivolata l'ha fatta dopo la prima delle tre partenze, ma siamo riusciti in breve tempo a farlo ripartire e farlo allineare di nuovo in griglia. Adesso la bellissima Imola, giochiamo in casa dove faremo di tutto per arrivare più avanti possibile.”







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2016 alle 08:40 sul giornale del 19 aprile 2016 - 1135 letture

In questo articolo si parla di sport, Team Punto Moto Corse

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avYX





logoEV