Rubano il motore di una barca a Cesano, arrestati due fratelli albanesi

09/04/2016 - Nella notte tra venerdì e sabato, gli agenti del Commissariato di Senigallia hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per furto di un motore di barca a Cesano, due fratelli di origini albanesi.

Nei giorni scorsi infatti alcuni proprietari delle barche avevano segnalato il furto di motori nella zona del Cesano dove, in particolare, il titolare di una barca, dopo essersi accorto di alcuni oggetti spostati all’interno della sua imbarcazione, ha deciso di fermarsi per verificare che non vi fossero malintenzionati.

Alle 3 della notte tra venerdì e sabato, durante il suo appostamento, ha notato alcune persone avvicinarsi alla sua barca e smontare il motore. Pertanto ha immediatamente allertato il Commissariato che ha inviato una Volante.

I due malviventi, che nel frattempo avevano smontato e caricato il motore su un’auto, sono stati bloccati dalla Volante nei pressi del residence Le Piramidi.

All’interno del baule dell’auto, i poliziotti hanno rinvenuto il motore della barca appena rubato ed altri attrezzi da lavoro. Così i due, accompagnati in Commissariato, sono stati identificati nei fratelli Z. I. di 50 anni, già noto alle forze dell’ordine, e Z. E. di 40 anni, originari dell’Albania ma da tempo presenti in Italia sul territorio della provincia di Pesaro, e dichiarati in stato di arresto. L’auto è stata sottoposta a sequestro ed il motore della barca, recuperato, è stato restituito al legittimo proprietario.

Sabato mattina il giudice, che ha convalidato l’arresto, ha sottoposto il 50enne all’obbligo di presentazione alla P.G. e rimesso in libertà il 40enne.





Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2016 alle 14:31 sul giornale del 11 aprile 2016 - 2001 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, furto, Sudani Alice Scarpini, cesano di senigallia, articolo, motore di barca e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avHm





logoEV