Investito da un'auto davanti alla stazione ferroviaria, grave un 37enne marocchino

10/04/2016 - Ricoverato in gravi condizioni all’ospedale regionale di Torrette il 37enne marocchino, che sabato pomeriggio è stato investito in viale Bonopera a Senigallia, nei pressi della stazione ferroviaria.

Erano circa le 18 quando il pedone, per cause al vaglio della Polizia Municipale, è stato travolto da un’auto in transito.

Le sue condizioni sono apparse subito gravi tanto che è stato richiesto l’intervento dell’eliambulanza, atterrata all’interno dell’area della stazione ferroviaria.

Interrotta la circolazione lungo la strada Statale Adriatica per permettere all’eliambulanza di atterrare ed ai sanitari del 118 di prestare i dovuti soccorsi all'uomo.





Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2016 alle 00:02 sul giornale del 11 aprile 2016 - 7173 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia municipale, incidente, senigallia, 118, Sudani Alice Scarpini, investimento, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avIe

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici


Mi spiace per il ragazzo.
Vorrei fosse più chiara la dinamica.
In passato ho visto molta gente attraversare la strada in quel punto senza fare il passo pedonale....qualcuno senza nemmeno troppo guardare (non mi riferisco in alcun modo a questo caso).

Andiamo a dare un'occhiata al codice della strada.

Articolo 190, comma 2:

"I pedoni, per attraversare la carreggiata, devono servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrapassaggi. Quando questi non esistono, o distano più di cento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l'attenzione necessaria ad evitare situazioni di pericolo per sé o per altri."

Questa mattina, transitando per Senigallia:

Semaforo rosso, mi fermo, aspetto il verde, sto per ripartire e un'anziana attraverso con il rosso davanti l'auto.

Aspetto (ovviamente, anche avendo il verde) e l'anziana guarda storto.

Non credo ci sia da aggiungere altro.

gino serretti

17 aprile, 13:11
Consiglierei alla redazione di pubblicare notizie recenti e non di settimane indietro.
Saluti




logoEV