Fanelli nominato membro onorario del Giubileo dell’Educazione dall'Onu, lunedì la consegna della targa

10/04/2016 - “Ogni mattina, quando il malato di SLA che mi circonda si sveglia, il primo impatto é tremendo. Fino ad un secondo prima facevi cose incredibili come camminare, parlare, mangiare . Io guido spesso la moto e vado al mare: Poi, quando mi si apre l'unico appiglio alla società, ai miei cari, l'occhio destro, ho bisogno di alcuni minuti per tornare a sognare, dimenticandomi di questi inutili 60 chili di carne ed ossa che mi tengono inchiodato nel letto, Devo combattere la frustrazione, l'idea che sto per morire... e lasciare che la mia anima riprenda la posizione di comando e mi lasci libero di navigare con la fantasia, nei miei sogni ad occhi aperti... a volte é veramente dura.Pochi giorni dopo il Giubileo dei Trapiantati e dei Dializzati, tentiamo allora di avvicinarci al tema in maniera insolita, sensibilizzando all’importanza della donazione attraverso un inedito incontro a metà fra teatro e scienza, cui partecipano rappresentanti di importanti enti sanitari e non solo”. (Max Fanelli).

Lo scorso 20 Febbraio, in occasione della Giornata Internazionale della Giustizia Sociale abbiamo voluto raccontare la voce di MAX FANELLI per affrontare il tema dei guerrieri come MAX, malati di SLA, per il trionfo della Giustizia sociale. Al termine dell’intervento dei familiari di Max, unitamente al Direttore delle Nazioni Unite Academic Impact Ramu DAMODARAN, abbiamo deciso di nominare MAX FANELLI MEMBRO ONORARIO DEL GIUBILEO DELL’EDUCAZIONE NAZIONI UNITE ACADEMIC IMPACT.

Lunedì 11 Aprile 2016 alle ore 16 presso la sede del Movimento #iostoconmax in Strada del Castellaro 84/L - frazione Montignano - Senigallia (An), il Responsabile Unico del Giubileo dell’Educazione UNAI e portavoce delle Nazioni Unite Academic Impact Domenico DI CONZA, consegnerà direttamente a MAX la targa con la nomina ufficiale, alla presenza di autorità civili e militari, dell'associazione onlus I COMPAGNI DI JENEBA e i sostenitori di #iostoconmax, l’Istituto Europeo Pegaso, il Coordinatore regionale del Movimento Consumatori, Corrado Canafoglia. 
La battaglia di Max per l'eutanasia legale La battaglia di Massimo Fanelli è quella per l'eutanasia legale. Da mesi, con il movimento Io Sto con Max, cerca di sollecitare il parlamento a legiferare su fine vita ed eutanasia legale. La discussione è stata avviata in parlamento, grazie all’aiuto anche dell’Associazione Luca Coscioni, lo scorso 3 Marzo. 

Max ha scritto lettere al Papa, al Presidente della Repubblica ed ha ricevuto la visita di Laura Boldrini, presidente della Camera.
"Credo si possano immaginare quali atroci sofferenze psicofisiche debbano sopportare i malati gravi come me, ma per quanto avessi vissuto esperienze scioccanti come volontario nella missione in Sierra Leone, neanche la più perfida delle mie immaginazioni sarebbe riuscita a costruire quel mostro fatto di dolori sparsi, disagi fisici, sogni infranti, speranze azzerate, che accompagna il malato ad ogni respiro".

La battaglia di Max, l'ultima della sua vita, è quella per l'eutanasia legale: sarebbe un sogno se potesse andarsene solo dopo averla vinta e con il Giubileo dell’Educazione, con Pegaso TV la tv delle buone notizie (www.pegasotv.eu) e l’Istituto Pegaso ci batteremo al fianco di Max e delle altre associazioni perché il suo sogno possa viverlo accanto a noi.

L’evento sarà trasmesso in diretta Streaming su PEGASO TV (www.pegasotv.eu)  





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2016 alle 00:28 sul giornale del 11 aprile 2016 - 743 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, eutanasia, Massimo Fanelli, Io sto con Max

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avIh





logoEV