M5S sull'usura nei parco giochi: cosa fa il Comune?

06/04/2016 - La consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Stefania Martinangeli ha presentato una interrogazione sullo stato di usura delle attrezzature nei parco giochi della città.

Sul quotidiano "Il Corriere Adriatico" di sabato 2 aprile 2016 è apparso un articolo in merito alla segnalazione giunta al vigile di quartiere del danneggiamento di alcune strutture al Parco della Pace. In questo articolo si legge che “spesso, a parte gli atti vandalici, si registrano casi in cui dei giovani utilizzano le altalene o altri giochi destinati ai bambini e il peso non adeguato porta quindi a cedimenti”. In un altro articolo apparso invece su Vivere Senigallia, a raccontare quanto accaduto il pomeriggio del 31 marzo 2016 attorno alle ore 17:00 al 'Parco della Pace' di Senigallia, è un genitore che afferma che ad un tratto la catena dell’altalena dove era seduta la sua bambina cedeva. Dopo aver riscontrato la medesima usura sulla catena dell’altalena adiacente, il genitore, scattate sul posto alcune foto, si riservava di adire alle autorità competenti per accertare le negligenze e le omissioni in questa vicenda fortunatamente volta a buon fine, lamentando infine lo stato di abbandono di un parco un tempo così ben tenuto .

Considerato che pianificare, arredare e gestire correttamente un parco giochi significa proteggere i bambini dai pericoli che difficilmente sono in grado di riconoscere, affinché possano giocare e divertirsi all'insegna della sicurezza; che esiste l’obbligo per i produttori di immettere sul mercato solo prodotti sicuri (D.Lgs. 21 maggio 2004, n. 172), cioè prodotti che non presentino rischi per la salute degli utilizzatori; che la normativa UNI EN 1176 prevede, inoltre, che le attrezzature per parchi gioco devono essere regolate da un servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria a carico dell'acquirente per garantire le condizioni di funzionamento e sicurezza nel tempo e che la frequenza di tali controlli è di almeno n° 1 intervento a semestre. Per quanto sopra ed a seguito, inoltre, di ulteriori segnalazioni pervenute da altri cittadini, come Consigliere del Movimento 5 Stelle ho protocollato presso la Presidenza del Consiglio, con la richiesta di porla all'ordine del giorno del Consiglio odierno del 6 aprile 2016, la seguente Interrogazione a risposta orale:

"La sottoscritta STEFANIA MARTINANGELI, Consigliere comunale “Movimento 5 Stelle”

PREMESSO
- Che alcuni giorni fa, sono stata contattata da un cittadino il quale mi ha rappresentato lo stato di incuria in cui versa il Parco della Pace, causato in gran parte dalla assenza di manutenzione ordinaria e straordinaria soprattutto per quanto riguarda l'area attrezzata a giochi. I giochi sono fatti per lo più di legno, e sembrerebbe che dalla data della loro installazione non siano mai stati trattati con la conseguenza che pertanto gli stessi stanno marcendo, anche se basterebbe una manutenzione ordinaria per sistemarli. Addirittura gli anelli dell'altalena risulterebbero ormai usurati e arrugginiti.
- Che con la bella stagione molti genitori accompagnano i bambini al Parco, ma l’area non risulterebbe dotata, in prossimità dei giochi, di panchine, con la conseguenza che gli accompagnatori sono costretti a rimanere in piedi per la totale assenza di posti dove potersi sedere tranne 4 Funghi. Lo stesso cittadino mi ha informato che anni fa c'era una sola panchina, che fu rimossa perchè completamente rovinata a causa dell’assenza di manutenzione. Anche la manutenzione della pavimentazione antitrauma risulterebbe pressoché assente e l'erbaccia si starebbe mangiando la detta pavimentazione.
- Che, il bagno che prima era aperto da un "custode" ora risulta sempre chiuso con notevoli disagi per i bimbi e gli adulti.
- Che sul quotidiano Il Corriere Adriatico di sabato 2 aprile 2016 è apparso un articolo in merito alla segnalazione giunta al vigile di quartiere del danneggiamento di alcune strutture. In questo articolo si legge che “spesso, a parte gli atti vandalici, si registrano casi in cui dei giovani utilizzano le altalene o altri giochi destinati ai bambini e il peso non adeguato porta quindi a cedimenti”. In un altro articolo apparso invece sul quotidiano online Vivere Senigallia, un genitore afferma invece che sarebbe avvenuto un vero e proprio incidente ad una bambina che sarebbe caduta dall’altalena a causa della rottura della catena. CONSIDERATO

- Che pianificare, arredare e gestire correttamente un parco giochi significa proteggere i bambini dai pericoli che difficilmente sono in grado di riconoscere, affinché possano giocare e divertirsi all’insegna della sicurezza.
- Che esiste l’obbligo per i produttori di immettere sul mercato solo prodotti sicuri (D.Lgs. 21 maggio 2004, n. 172), cioè prodotti che non presentino rischi per la salute degli utilizzatori.
- Che la normativa UNI EN 1176 prevede, inoltre, che le attrezzature per parchi gioco devono essere regolate da un servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria a carico dell'acquirente per garantire le condizioni di funzionamento e sicurezza nel tempo e che la frequenza di tali controlli è di almeno n° 1 intervento a semestre.

Tutto ciò premesso, SI INTERROGANO il Sindaco e l’Assessore all’URBANISTICA

1) Su quali sviluppi e quale entità abbiano avuto i fatti descritti nei due articoli di giornale e se vi sia stata una denuncia da parte dei genitori.
2) In merito ai giochi presenti nelle aeree verdi attrezzate di Senigallia, si chiede se oltre al rispetto delle normative UNI previste per l’acquisto dei giochi, vi sia un PIANO DI MANUTENZIONE ORDINARIO E STRAORDINARIO di cui il Comune di Senigallia si è dotato per il controllo e l’intervento sulle aree verdi attrezzate, come sembrerebbe prescrivere la normativa di sicurezza e se vi sia un elenco dei controlli effettuati e degli interventi eseguiti.
3) Se vi siano progetti per dotare l’area giochi del Parco della Pace di panchine.
4) Se vi sia la volontà dell’amministrazione di rendere fruibili i bagni, ivi esistenti, ai cittadini che frequentano il Parco.

Si sollecita risposta orale e l’iscrizione all'ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale del 06/04/2016, ai sensi del regolamento.


da Stefania Martinangeli
consigliere comunale M5S




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2016 alle 09:01 sul giornale del 07 aprile 2016 - 1099 letture

In questo articolo si parla di politica, Stefania Martinangeli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avzH


goffredo marcosignori

07 aprile, 15:21
Frequento il parco con mia nipote a volte. Credo che occorra maggiori controlli sia nelle ore diurne sia nelle ore notturne, considerando il numero notevole dei fruitori del parco, soprattutto nelle ore diurne. Ma è mia convinzione, avendolo constatato, che dei giochi, in certi orari serali, ad usufruirli sono anche ragazzi/e non più in età infantile, che per il modo di usarli e per il loro peso ovviamente mettono più a dura prova la tenuta dei giochi stessi. Poi credo che di anni ne siano passati dal primo giorno di esercizio dei giochi stessi, quindi ritengo giusto ed utile ed auspicabile effettuare dei controlli periodici sulla tenuta degli stessi, da parte di incaricati del Comune preposti a questo lavoro, onde evitare e/o prevenire situazioni di pericolo per i piccoli bambini e bambine che di questo parco, credo, debbano insieme ai propri genitori o nonni essere i maggiori fruitori del parco medesimo. Un suggerimento che vorrei indicare inoltre alla Amministrazione Comunale è quella di vietare il transito di Ciclisti lungo il tragitto centrale consentendolo solo ai pedoni o con le Bici solo andando a piedi, questo perchè tale tragitto è attraversato spesso dai piccoli bambini che giocando lo attraversano, il tutto sempre per rendere più sicuro il parco stesso, considerato che intorno al Parco c'è già una pista ciclabile ed una strada per il transito dei vari mezzi, comprese le Biciclette.




logoEV