Le gemme della Siberia: a Cesano Viaggio alla scoperta dell'Altai sciamanico

06/04/2016 - L’Associazione Studio Thanka è orgogliosa di invitarvi giovedì 7 aprile alle ore 21 alla presentazione di un viaggio alla scoperta di luoghi incantati della Siberia, la regione dell’Altai Sciamanico, difficili da visitare con un qualunque tour-operator, ma possibile se si è accompagnati da guide del posto, di madrelingua russa.

Fin dalla notte dei tempi l'uomo è stato attratto dal mistero e lo sappiamo grazie alle leggende che continuano a sopravvivere e incuriosirci anche nella nostra epoca di materialismo e di “prove scientifiche”. Shamballah, o come la chiamano nell'Altai Bielovodie (Il Paese dell'Acqua Bianca) è una delle leggende sicuramente più famose nel mondo. La strada per questo magico posto di gioventù e saggezza infinita passa dai monti dell'Altai. Nicolaj e Elena Roerich avevano menzionato Shamballah del Nord nei loro scritti, come la “seconda calamita” della tensione culturale dell'Eurasia, e l'altro polo, l'altra “calamita” secondo loro si sarebbe trovata in Himalaya.

Cosa è che attirava l'attenzione dei Roerich in questa parte della Russia? Secondo una delle versioni, i coniugi Roerich avevano organizzato una spedizione nell'Asia centrale proprio per trovare la Porta per Shamballah. Si presume anche che la missione di Roerich fosse la restituzione della pietra Cintamani, affidatagli dalla Fratellanza. I membri della spedizione erano convinti dell'importanza dell'Altai come centro spirituale in qualche modo legato a Shamballah. La leggenda del Paese dell'Acqua Bianca è molto diffusa fra gli aborigeni dell'Altai. Si dice che sia il centro spirituale del Mondo, il paese dell'Equità, il sogno incarnato della vita felice. Secondo gli abitanti è proprio li, fra le catene montuose dell'Altai, che si trova l'altro mondo - “il secondo strato del cielo”. Si dice che ci sia più di una Porta per il magico paese di Shamballah, ma il luogo stesso non si trova sulla Terra, ma fra i mondi. Per tutto il territorio montuoso dell'Altai sono presenti misteriosi massi di pietre, che secondo il parere degli studiosi, sono degli antichi osservatori. Secondo i ricercatori uno di questi indica la via per Shamballah, al di là del monte Irbis-Tu che significa Monte del Leopardo delle Nevi. Secondo la leggenda è proprio il leopardo delle nevi ad essere il guardiano della Porta.

Lungo la via per Irbis-Tu si trova l'isola di Patmos. Dietro il monte Irbis-Tu c'è il lago Teleckoe, sul quale gli aborigeni cercano di non navigare senza una necessità particolare. La leggenda narra che lì si trovava una città, sparita nel nulla senza alcuna spiegazione e la stessa leggenda racconta che la Porta di Shamballah si trovava in una città sull'Acqua bianca dalla bellezza surreale. Gli studiosi hanno trovato le conferme dell'esistenza di una città sul lago. Una volta ogni 100 anni appare sopra il Teleckoe una luce misteriosa, che secondo la leggenda sarebbe proprio la Porta di Shamballah. A parte i misteri e le leggende, la regione dell'Altai è una delle zone più paesaggisticamente ricche di tutta la Russia. Su un territorio di circa 170 mila km quadrati si trovano montagne maestose, steppe immense e pianure pittoresche. Il capoluogo della regione dell'Altai è la città di Barnaul, dove abitano 650mila persone. Il clima è tipicamente continentale. Il viaggio propone 10 giorni intensi, dal 31 luglio al 13 agosto 2016, dove la bellezza della natura si unisce con il fascino del mistero e 2 giorni alla scoperta della capitale Russa che comprendono la visita del Centro – Museo della famiglia Roerich – uno dei luoghi più importanti della spiritualità mondiale. Per saperne di più vi invitiamo a partecipare alla presentazione gratuita Giovedì 7 Aprile 2016 ore 21 presso la sede dell’”Associazione Studio Thanka” in via Strada della Bruciata 14/1, Cesano di Senigallia, tel. 3662164625.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2016 alle 18:18 sul giornale del 07 aprile 2016 - 900 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Organizzatori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avA0