Stagione turistica al via: gli albergatori lanciano un tour operator e una "guida" alle strutture ricettive

31/03/2016 - La spiaggia di velluto cala gli assi nella manica e lancia alla grande la stagione turistica 2016. L'Associazione Alberghi e Turismo, che racchiude oltre 70 albergatori, e la Cooperativa, con circa 40 affiliati, lanciano un nuovo tour operator e promuovono Senigallia in Europa e in Italia.

Una nuova brochure presentata alle fiere internazionali e distribuita nei centri commerciali del nord Italia, in aggiunta ad un tour operator che consente di vendere pacchetti soggiorno sulla spiaggia di velluto e un sito internet rinnovato (www.senigalliahotels.com) sono le strategie di punta messe in campo dall'associazione per attirare turisti sulla spiaggia di velluto. La brochure, con immagini del mare, della città e anche dell'entroterra, racchiude tutti gli hotel con le rispettive tariffe aderenti all'associazione.

"Abbiamo partecipato a varie fiere, tra cui quella di Monaco e di Milano, dove il depliant ha riscosso molto successo -spiega Simona Romagnoli, presidente della Cooperativa- dal 29 marzo al 21 maggio saremo presenti anche in otto centri commerciali del nord Italia". La creazione di un tour operator consente di "legalizzare" la vendita dei pacchetti vacanza. "Il tour operator è lo strumento per vendere i pacchetti che vanno dal benessere all'enogastronomia, dal week end al settimanale agli eventi -aggiunge Marco MAnfredi, presidente dell'Associazione Alberghi e Turismo adente a Confcommercio- Noi offriamo un buon rapporto qualità-prezzo ma non certo i prezzi stracciati dell'Emilia Romagna dove però si perde in qualità e legalità. Lì lavorano con i voucher mentre da noi questa abitudine non c'è perché i collaboratori spesso sono gli stessi nelle stagioni e un miglior rapporto di lavori offre anche un servizio migliore". "I nostri sono prezzi competitivi e andiamo su mercati dove i turisti cercano la qualità -precisa la Romagnoli- la Pasqua è andata molto bene, sei alberghi del lungomare sud erano pieni grazie ad una manifestazione sportiva. con 1050 atleti. Altri 25 hotel aperti hanno avuto per l'80% gruppi e per il restante 20% famiglie o coppie Già diverse sono poi le prenotazioni per il Summer Jamboree".

"C'è un progetto che non si muove da solo. O si va insieme o rimangono iniziative sparute -sottolinea il sindaco Maurizio Mangialardi- c'è una sinergia tra pubblico e privato che è la carta vincente perchè la promozione da sola, senza l'accoglienza, non va da nessuna parte. Per l'estate faremo alcuni ritocchi a strade, al piazzale della Rotonda, alla pista ciclabile e apriremo anche la complanare. 

Molte strutture ricettive hanno anche impiegato energia verde certificata, per una attenzione ulteriore all'ambiente. E proprio di questo si parlerà venerdì 1 aprile alle 15 al convegno alla Rotonda dal titolo "La mia generazione. Energia o dispersione".  Dopo i saluti del presidente dell'assemblea legislativa delle MArche Antonio Mastrovincenso e del sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, seguiranno gli interventi di Padre Armando Pierucci, dell'istituto musicale Magnificat di Gerusalemme, Franca Pulcini, presidente Lagambiente Marche, Francesco Marinelli, presidente Ecoaction Cultura & Progetto Sostenibili, Luca Mercalli, della Società Meteorologica Italiana, Giovanni Leoni, ideatore del progetto Agrivillaggio, Andrea Garbini, ideatore del risparmio virtuoso.







Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2016 alle 18:40 sul giornale del 01 aprile 2016 - 1857 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, turismo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avnT


L'unico vero problema a livello turistico, sono i collegamenti ferroviari in estate con le città del nord. Fermano pochi treni a parte quelli locali. Non sarebbe male, almeno per il periodo estivo (luglio-agosto) spostare la fermata dei Frecciarossa da Pesaro a Senigallia o alternarle con nuove coppie. E' vero che la città pesarese ha il doppio dei nostri abitanti ma è altrettanto vero che Senigallia ha un flusso turistico maggiore di Pesaro e Fano messi assieme.
La famosa "cura del ferro" del ministro Del Rio, se utilizzata a dovere, porterebbe molti benefici alle Marche, compresa la riapertura della Fano-Urbino, Fabriano-Pergola ed il ripristino di Ancona Marittima. I nostri politici regionali bisogna che si adeguano alle direttive governative.
Leonardo Maria Conti