Pediatra travolto sulle strisce: è morto Guido Perissi

duomo senigallia 23/03/2016 - Non ce l'ha fatta Guido Perissi, il pediatra in pensione di 78 anni, investito sulle strisce pedonali lungo lo stradone Misa il 4 febbraio scorso mentre attraversava la strada insieme alla moglie.

Perissi è morto mercoledi in ospedale al Sant'Orsola di Bologna, dove era stato trasferito dopo l'investimento. In un primo momento il medico era stato ricoverato a Torrette dove era stato sottoposto ad un delicato intervento alla testa mentre la moglie, rimasta anche lei ferita in modo per fortuna non grave, era stata ricoverata a Senigallia. Le condizioni del pediatra erano apparse subito gravi. Negli ultimi giorni un aggravamento ha compromesso definitivamente le speranze di una ripresa. Ancora da stabilire la data dei funerali.

Perissi, che oltre alla moglie Rosella lascia i figli Andrea, Luca e Gian Marco, era molto conosciuto in città. Oltra alla sua decennale attività come pediatra, anche dopo il pensionamento aveva continuato a seguire meeting e aggiornamenti perchè profondamente amante della sua professione.





Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2016 alle 21:04 sul giornale del 24 marzo 2016 - 3461 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, duomo senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avbE


maroni luca

23 marzo, 23:38
Non perché ora se ne andato...ma oltre ad essere un bravissimo medico è stato una grandissima persona! Posso dirlo per esperienze personali

Alberto Diambra

27 marzo, 16:09
I Suoi insegnamenti il Suo esempio di vita ,la Sua onestà rimarrà per sempre in chi lo ha conosciuto.Per anni il Prof.Dott.Guido Perissi è stato Primario del reparto di Pediatria dell'Ospedale di Senigallia meritando da chi ha avuto le sue prestazioni ,disinteressate, rivolte esclusivamente al benessere e salute del bambino.Profondo conoscitore della sua Specialità di Pediatra ha esteso le Sue conoscenze quale Docente presso l'Università Politecnica delle Marche .Grazie GUIDO che sei esistito.