Senigallia calcio: juniores ed allievi sugli scudi

22/03/2016 - Il fine settimana appena trascorso, ha portato 2 vittorie ottenute dalle formazioni allenate da Antonio Rota e Lorenzo Piccinini, mentre il risultato non ha arriso alle altre squadre scese in campo nei rispettivi campionati.

La prima squadra, contro la Castelfrettese, non e’ andata oltre il pari casalingo, mentre ha fatto peggio il Barbara che in casa ha lasciato l’intera posta in palio al piu’ affamato Piobbico e i giovanissimi di Marco Piccini che si sono visti rimontare e superare dalla Junior Jesina. La formazione di Mr. Carotti, non aveva piu’ niente da chiedere a questo campionato e contro la Castelfrettese, penultima in classifica, si poteva ottimisticamente pensare non solo alla vittoria, ma alla goleada.

La squadra ospite, invece ha evidenziato una maggior determinazione nel cercare la vittoria, oltre a mostrare alcune interessanti individualita’. Il 2 a 2 finale, e’ stato determinato dalla rete di Gorini, dopo una ribattuta dell’estremo difensore ospite su tiro di Sinacori e da un autogol della difesa castelfrettese nel maldestro tentativo di anticipare un attaccante biancazzurro.
Nel prossimo incontro, l’Aesse fara’ visita all’Arcobaleno, che chiude la graduatoria del Girone C Pesarese.

La formazione del Barbara di Mr. Ciattaglia, ritenevamo potesse ancora provare a lottare per i play off, invece sembra quasi aver esaurito la spinta propulsiva, che comunque seppur non ancora matematicamente, l’ha portata in una situazione abbastanza tranquilla. Il Piobbico, che lotta per conquistare una migliore posizione nella griglia dei play out, ha giocato una discreta partita, senza strafare ma senza neanche rubare niente e con una rete di Valente, ha conquistato i 3 punti in palio. Alex Maggiom sceso in campo dall’inizio e Giovanni Angeletti nella ripresa, hanno cercato di portare un po’ di freschezza e spregiudicatezza ad una formazione apparsa un po’ molle, ma senza riuscire pienamente nei loro propositi. Nel prossimo incontro, il Barbara, con 3 partite ancora da disputare, se la vedra’ fuori casa con la formazione del Valfoglia e cerchera’ di fare risultato per conquistare matematicamente la salvezza.

Nel presente campionato, che ha visto qualche partenza importante nel mercato estivo ed un avvicendamento nella guida tecnica, la salvezza puo’ a mio avviso essere considerato comunque un risultato da non disprezzare.
La formazione che a mio avviso sta stupendo, per la continuita’ di risultati che ha ottenuto in particolare nel girone di ritorno, e’ la juniores che viene dal campionato provinciale ed ha disputato quello regionale, inserita nel Girone A, che vede la partecipazione in maggioranza delle squadre pesaresi ed alcune della Provincia di Ancona. Lo ripetiamo ancora una volta, una squadra alla quale per vari motivi, sono mancati oltre 10 elementi e non ragazzi qualunque, alcuni sicuramente avrebbero potuto fare la differenza e probabilmente saremmo qui a scrivere di una classifica ancora piu’ impreziosita. Ma per come si sono messe le cose, l’ottavo posto attuale e’ tanta roba e non mi sento di escludere che con un paio di risultati favorevoli nell’ultimo turno, nella prima settimana di Aprile, non si arrivi anche a migliorare ulteriormente la gia’ ottima posizione!

Sabato scorso, la formazione di Mr. Rota faceva visita al Marotta, una formazione che veniva da una vittoria ottenuta fuori casa in quel di Bellocchi contro l’Atletico Alma. Volendo dare un titolo all’incontro, quello piu’ giusto sarebbe “il ritorno del figliol prodigo” e mi riferisco a Riccardo Montanari, il quale dopo una parentesi nel quale oltre ad aver lavorato, ha anche riflettuto e quindi ha saggiamente deciso di tornare per unirsi insieme ai compagni per disputare questo finale di campionato. E noi siamo stati molto contenti di questo suo ritorno che a Marotta lo ha visto  talmente protagonista da non far credere fosse lui. Io stesso nel momento che lui segnava una rete, l’ho attribuita a Matteo Bigelli! Riccardo Montanari, in arte “Monta” (dicono ci sappia fare con la panna!) ha fatto ben 2 gol. Io credo lui ne abbia messi a segno piu’ sabato scorso, che in tutti questi 7 anni in cui io ho avuto modo di seguirlo. Ad essere sincero, non l’ho visto mai inquadrare lo specchio della porta, ma il ruolo principale di Riccardo non e’ quello di fare gol ma di dare tutto quello che ha dentro per i compagni, per la squadra.

Mi ricordo a Fano, dopo un intervento l’ho soccorso personalmente. Aveva un dito del suo piede grande come un ciauscolo ed io ad incoraggiarlo (dai che non hai un c…..) ma dalla sua bocca, non ho sentito neanche un lamento! Li avrebbe anche continuato se glielo avessimo chiesto! Incredibile, stoico quasi come Enrico Toti! Grande partita in cui c’e’ stata gloria per tanti. Addirittura e’ andato in gol Alessandro Angeloni, al quale di certo non si puo’ chiedere di segnare, visto che deve impegnarsi per non far segnare la punta avversaria. Dell’ormai solito Pierandi, la prima bella realizzazione, resistendo ad una carica del suo difensore e del claudicante Rossi, che entrato a mezz’ora dal termine, si e’ visto prima annullare un gol per presunto fuorigioco, poi si e’ messo in proprio e dopo essersi bevuto il suo controllore diretto con un tunnel, si e’ visto sgambettare in area dal centrale di colore marottese. Giusto rigore, che lo stesso Rossi ha trasformato raggiungendo quota 23 su 25 partite! 

Puramente per gli amanti delle statistiche, la  formazione di Antonio Rota, dopo il 5 a 1 ai danni del Marotta, fa registrare addirittura una differenza reti positiva (+ 1). Se pensiamo che la Nuova Real Metauro, che si trova  3 punti avanti all’Aesse ha una differenza negativa di – 11, verrebbe da mordersi le mani. Ma va bene cosi’. Gli allievi di Mr. Lorenzo Piccinini erano impegnati in trasferta contro Le Torri a Castelplanio un campo che oramai di regolare ha solo le misure del rettangolo, ma oramai con la situazione economica piu’ generale, dovremmo purtroppo farci l’abitudine. Inizialmente i ragazzi hanno faticato a capire le caratteristiche del terreno ed hanno anche subito un gol. Poi Breccia su rigore ha ristabilito la parita’.

Nuovo vantaggio dei giocatori di casa poi Alessandro Breccia (foto), si e’ ricordato di essere il bomber e quindi e’ andato a segno altre 2 volte “rubando” metaforicamente la ribalta a Riccardo Montanari e consentendo alla sua squadra di tornare a casa con i 3 punti Anche se non sempre con continuita’ Ale (Breccia) ha i numeri del campioncino e se riuscira’ anche a trovare un rendimento continuo puo’ sicuramente regalare e regalarsi delle belle soddisfazioni!  La formazione degli allievi occupa attualmente il settimo posto e nel prossimo incontro se la vedra con la bestia nera del Marinamonte. I giovanissimi di Mr, Piccini erano attesi da un’importante prova contro la Junior Jesina. Nel primo tempo l’Aesse ha collezionato la bellezza di 5 palle gol contro 1 degli jesini. Di gol pero’ ne ha realizzati solo 1 con Impiglia. Nel secondo tempo, gli jesini hanno reagito ed hanno prima pareggiato, poi si cono portati in doppio vantaggio. Denis Sebastianelli ha ridotto le distanze ma la sua rete non e’ stata sufficiente ad evitare la sconfitta oer 3 reti a 2. Tale sconfitta, non deve scoraggiare il team picciniano che ha condotto un campionato regionale ad ottimo livello non sfigurando in nessun incontro!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2016 alle 11:12 sul giornale del 23 marzo 2016 - 850 letture

In questo articolo si parla di sport, senigallia, calcio, senigallia calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/au7K





logoEV