Mangialardi sulla scomparsa di Fusi Pecci: "Perdiamo un grande uomo di fede e un raffinato intellettuale"

maurizio mangialardi 21/03/2016 - “A titolo personale e a nome di tutta l’Amministrazione comunale voglio esprimere il cordoglio per la scomparsa di monsignor Odo Fusi Pecci.

Senigallia piange non solo un grande uomo di fede, che scelse di dedicare il suo ministero episcopale all’Eucarestia e alla virtù della speranza, ma anche un raffinato intellettuale, uno studioso attento sia sul piano teologico che storico-politico, sempre aperto al confronto e rigoroso sul piano della ricerca sul rapporto tra scienza e fede. A lui, in particolare, si deve la proposizione di studi storici sul vasto e multiforme movimento confraternitale.

Protagonista della vita pubblica, seguì con particolare attenzione le vicende dell’ospedale cittadino e incentivò la partecipazione alla vita culturale e sociale della città tramite il Centro cattolico di cultura di Palazzo Pio IX. Anche dopo la sua collocazione a riposo, ha continuato a seguire le vicende cittadine restando sempre un punto di riferimento, di ascolto e di confronto”.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi ricorda monsignor Odo Fusi Pecci, vescovo emerito di Senigallia, spirato ieri nella casa di riposo dell’Opera Pia Mastai Ferretti, dove ha trascorso gli ultimi anni della sua vita. Nato a Cingoli il 29 giugno 1920, monsignor Fusi Pecci ricevette la consacrazione episcopale dal vescovo Ersilio Tonini nel 1971, guidando per ben ventisei anni la diocesi di Senigallia fino al 1997. Laureato in Sacra teologia dogmatica e in Lettere, ricoprì il ruolo di segretario (dal 1976 al 1991) e poi di presidente (dal 1991 al 1997) della Conferenza Episcopale Marchigiana. È stato membro della Commissione Episcopale per il Clero e del Consiglio Permanente della Cei, preside dell'Istituto Teologico Marchigiano e presidente dell'Istituto Superiore Regionale di Scienze Religiose.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2016 alle 16:05 sul giornale del 22 marzo 2016 - 818 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, maurizio mangialardi, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/au6v





logoEV