La prima edizione del Premio Gelato Giovani ad uno studente del Panzini

14/03/2016 - Due giorni intensi ed entusiasmanti quelli della prima edizione del Premio Gelato Giovani, il Concorso Nazionale di Gelateria organizzato dall'Associazione Pièce e riservato agli studenti degli ultimi anni degli istituti professionali alberghieri.

Dieci i partecipanti, provenienti da ogni parte d'Italia, e una giuria stellare capitanata da Pierpaolo Magni e composta da Ida Di Biaggio, Martino Liuzzi, Igor Macchia, Filippo Novelli, con la consulenza di Alessandro Racca e il supporto tecnico di Giovanni Borello.

La gara si è svolta nel pomeriggio di lunedì 7 marzo presso l'Istituto “Colombatto” di Torino. Ai partecipanti era richiesta la preparazione in diretta di un gelato alla crema e la realizzazione di un dessert gelato al piatto, in cui il gelato doveva essere abbinato al cioccolato e presentare anche una componente calda e una croccante. Un compito decisamente impegnativo, che i ragazzi hanno portato a termine con ottimi risultati.

Una competizione importante che si è svolta in modo rigoroso, ma anche sereno e costruttivo: è stata per i giovani studenti una straordinaria sfida, ma anche un momento di alta formazione.
Dopo la gara, mentre la giuria si riuniva per valutare le prove, ai partecipanti e agli allievi migliori della scuola è stato offerto un ulteriore e prezioso momento formativo, quello del maestro gelatiere Alfio Tarateta, nome storico della gelateria italiana e uno dei due presidenti onorari del Premio, una lezione davvero apprezzata.

Altrettanto intensa e festosa la giornata di martedì 8 marzo, che si è svolta al Centro Incontri della Regione Piemonte, il cui momento centrale è stato la premiazione dei vincitori.
Vincitore della I edizione del Premio Gelato Giovani, Lorenzo Pennacchioni dell’I.I.S. “A. Panzini” di Senigallia che ha potuto portare a casa “un sacco” di premi, attribuiti sia all’alunno sia alla sua scuola: libri e opportunità formative (stage e corsi) per lo studente e attrezzature e forniture di materie prime per l’istituto. Al primo classificato inoltre è stata conferita una giacca Bragard personalizzata, a simboleggiare il suo ingresso nel mondo professionale.

Il Premio Gelato Giovani, è un premio molto prestigioso che ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dello Sviluppo Economico, di Regione Piemonte e Comune di Torino e di importanti organizzazioni professionali come Ampi, Conpait e Coppa del Mondo della Gelateria, per realizzare un progetto che lavora concretamente per far emergere potenzialità, formare e dare opportunità a ragazzi che saranno i futuri protagonisti e ambasciatori dell'arte dolciaria italiana.

Un plauso al professor Ennio Mencarelli, chef del corso di dolciaria del Panzini, che puntualmente ogni anno riesce a preparare i suoi alunni al meglio per farli arrivare ai primi posti di gare professionali e concorsi a livello nazionale e internazionale.

Un merito anche alla sua alunna Asia De Pietri che ha coadiuvato con costanza il lavoro del suo compagno Lorenzo Pennacchioni, entrambi della classe 4A dolciaria.
Un ringraziamento alla Dirigente Scolastica, Firmina Bacchiocchi, che ha dato il consenso ed il sostegno a partecipare ad un prestigioso concorso nazionale.
Due giorni intensi ed entusiasmanti che hanno dato a ragazzi capaci e motivati un'esperienza formativa unica, e l'opportunità di mettersi alla prova ed entrare in contatto con professionisti di altissimo livello, con le aziende e il mondo professionale.

Riportiamo di seguito le impressioni del vincitore Lorenzo Pennacchioni.
“È stata una meravigliosa esperienza e per questo voglio ringraziare il mio prof Ennio Mencarelli e la mia compagna di classe Asia, perché siamo stati un team perfetto che mi ha dato la possibilità di vincere.

Il concorso consisteva nel preparare un gelato classico alla crema e di presentarlo “al piatto” con varie tipologie di decorazioni e la possibilità di descrivere il territorio di provenienza.
Il piatto che ho presentato era composto da gelato alla crema servito su due gusci a forma di barca, realizzati in cioccolato fondente temperato a mano, una salsa all’arancia e zenzero, questo per simboleggiare, almeno in parte, il viaggio perenne del gelato e del cacao, verso le terre del pianeta.

Inoltre, per rappresentare Senigallia, il mio territorio di provenienza, ho inserito una frolla sbriciolata per “disegnare” la spiaggia e dei riccioli di cioccolato bianco colorato d’azzurro per il mare, due cubetti di lonzino di fico glassati con Sapa per creare gli scogli.
Sono molto contento e soddisfatto di questa esperienza, continuerò a darmi “da fare” per riuscire al meglio in questa professione tanto impegnativa quanto appassionante.”







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2016 alle 18:48 sul giornale del 15 marzo 2016 - 1018 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, senigallia, Istituo Alberghiero Panzini, premio gelato giovani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auPd





logoEV