Complanare sud: ecco il nuovo tracciato. Il futuro? Fino a Marzocca e bretella a Sant'Angelo

14/03/2016 - Complanare sud agli sgoccioli e intanto il futuro è proiettato verso una nuova mini-bretella di collegamento con Sant'Angelo e per auspicabile prolungamento fino a Marzocca.

Ieri pomeriggio il sindaco Maurizio Mangialardi, insieme alla Giunta, e ai tecnici di Società Autostrade ha aperto in anteprima le porte della seconda bretella in complanare alla stampa. Quattro chilometri di una nuova arteria viaria, che sfrutta in parte il vecchio tracciato autostradale antecedente l'ampliamento delle terza corsia, che va dal vecchio casello fino al Ciarnin.

Circa 12 milioni di euro, con la realizzazione di barriere antirumore, con un viadotto, una galleria e raccordi alla viabilità ordinaria, che completerà l'intero tracciato della complanare che collegherà nord-sud la città.

“Non nascondo una grande emozione perché siamo a compimento di un'idea che avevamo e che sta assumendo una forma reale -ha detto il sindaco Mangialardi- mi ricordo che nel 2000, quando iniziammo a pensare al traffico di attraversamento urbano, i ragionamenti erano tanti. Chi voleva spostare l'autostrada, chi voleva spostarla a nord . Noi abbiamo approfittato dell'allargamento dell'A14 chiedendo a Società Autostrade una serie di miglioramenti ed oggi abbiamo una nuova arteria viaria. Da fine giugno la viabilità urbana cambierà per sempre. Attraverseremo nord-sud la città senza interruzione, andando dal Ciarnin a Strada delle Marina in 8 minuti. Abbiamo voluto il ribaltamento del casello per liberare dalla morsa del traffico Borgo Molino. Abbiamo ottenuto un bosco di compensazione di co2. Abbiamo scelto barriere anti rumore in acciaio corten riprese da tutta la Regione”.

Alla vigilia dell'apertura della complanare sud, il sindaco guarda al futuro. “Ci sono dettaglia da ultimare come il collegamento con via Capanna o la sistemazione di via Fiorini -aggiunge Mangialardi- stiamo progettando una passerella sopra al fosso a Sant'Angelo anche se in quella zona è forte l'esigenza di una mini-bretella di collegamento alla complanare. Anni fa non c'erano le condizioni ma oggi, grazie alla variante al prg, con una spesa di circa 800 mila euro si potrà fare e la faremo. Agli amministratori di domani lasciamo invece una opportunità, quella di poter allungare la complanare a sud fino a Marzocca. Questa possibilità è data dal fatto che abbiamo realizzato un viadotto che guarda a sud”.

Un'opera, per un totale di 50 milioni di euro, che ha subito ritardi di un paio d'anni a causa del blocco del cantiere della complanare sud. “Sono arrivato nel 2013 a cantiere fermo. Poi i lavori sono ripartiti e abbiamo riassorbito in parte il ritardo -spiega l'ingegnere Giuseppe Giambalvo, diretto dei lavori- Questa è una delle opere più importanti tra quelle compensative realizzate da Società Autostrade. Un tracciato che ha sfruttato la carreggiata nord della vecchia autostrada. Questo ha comportato interventi importanti come quello al viadotto Morignano con campate da 70 metri che hanno comportato un notevole impegno ingegneristico ed economico. E' stato fatto anche un grosso investimento sulla sicurezza della viabilità perchè sono state usate barriere anti rumore e di sicurezza all'avanguardia. Per la galleria in via di ultimazione sono previste lamiere grecate e una nuova illuminazione. Sono state accolte poi le indicazioni del Comune per l'ottimizzazione degli impianti di illuminazione a led per contenere i costi di gestione a carico del Comune”.

Dopo l'apertura infatti la manutenzione di tutta la complanare sarà a carico del Comune. “Confidiamo ora di rendere fruibile il nuovo tratto per giugno -ha confermato Giambalvo- prima dell'inizio esodo estivo”.







Questo è un articolo pubblicato il 14-03-2016 alle 23:45 sul giornale del 15 marzo 2016 - 6089 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auOF


Commento modificato il 15 marzo 2016

Un bel discorso Sindaco, ma Lei sa meglio di me che la bretella sud se non ha lo svincolo della Capanna all'apertura della stessa, rimane una strada di attraversamento ma il traffico locale sulle vie Giordano Bruno, d'Aquino e Capanna rimarrà tale e quale ad ora.
Lei dichiara che abbiamo voluto il ribaltamento del casello per liberare dalla morsa del traffico Borgo Mulino. Totalmente falso, perchè prima il traffico veniva indirizzato sulla vecchia bretella fino al casello mentre ora con il nuovo , tutto passa su via Giordano Bruno, dove l'attraversamento pedonale per noi residenti è molto più pericoloso di prima.Era meglio specificare che serviva come ora per collegare le due bretelle. Sarebbe stato utile aprire la via Savonarola sulla rotatoria attuale. Allora si che avremmo uno sbocco che non sia solo su via Giordano Bruno e non essere in trincea come ora.
Leonardo Maria Conti

luigi alberto weiss

15 marzo, 07:57
Asfalto e cemento, cemento e asfalto. Tra terza corsia, complanari e bretelle varie a Senigallia c'è stato un consumo di suolo selvaggio, che ha visto indifferenti le diverse anime "verdi" cittadine. E sotto tanto cemento e asfalto, asfalto e cemento, si nascondono affari d'oro, mentre il traffico in città resta immutato perchè complanari e bretelle hanno scarsa frequentazione di mezzi. Vero sindaco?

Aprire via Savonarola? farò finta di non aver letto. XD

Commento modificato il 15 marzo 2016

Sulle barriere in acciaio corten (quello color marrone) preferisco soprassedere.
Onestamente avrei preferito imporre le barriere trasparenti almeno sulla parte di tracciato che passa vista mare, ma vedo che sono state fatte così pressochè dappertutto da Rimini in giù e posso immaginare sia dovuto a minori costi di installazione e gestione.
Peccato perchè non si riesce a quantificare i "costi" che pagherà la città nel non poter più offrire una vista "panoramica" ai suoi visitatori.
Posso almeno sperare che siano messe delle piante a coprire quelle brutture e non siano messe nel cavalcavia lato mare.

Per la questione del traffico adesso spero ci sarà a breve un'ordinanza comunale che imponga il passaggio in complanare di tutto il traffico pesante, liberando il tratto cittadino della SS16 e rendendo evidente lo scopo della complanare.
Non mi lancio sulle ipotesi future, credo che il costo di estensione della complanare verso Marzocca sia al momento insostenibile tra espropri e realizzazione (se si vuol fare adiacente all'A14).
Meglio focalizzarsi sulla corsia di accesso alla rotatoria in fondo a via Capanna come primissimo impegno ed eventualmente il prolungamento nord fino a collegarsi alla rotatoria dell'IperCoop del Cesano.

Non lo so Daniele; allungare la complanare verdo nord è un problema più elevato a livello di permessi dato che tra il punto A e il punto B c'è il Mamamia... se fosse per me quella discoteca la sposterei in un isola da 2km^2, ma è impensabile purtroppo :(

A mio avviso più che il prolungamento fino a Marzocca serve curare l' innesto nord, che ora è problematico. E poi installare una fila di autovelox, che la complanare, essendo su un'unica carreggiata con gli attraversamenti a raso, è oggettivamente percolosa se percorsa alle velocità attuali.

“ NA SCARPA E ‘N ZOCCUL” è quanto siamo abituati a sorbirci da sempre. La complanare in se per se è stata un’ottima idea, ma poi si è rilevata un’opera monca sia a sud sia a nord.
Quelli che provengono da nord difficilmente prendono la complanare perché l’accesso è incastonato in una zona lontano dalla direttrice principale e collegata con una strada stretta e piena di avallamenti, per non parlare delle buche. Ci vorranno altri interventi, che forse non si faranno mai, per rimediare a un’infelice soluzione.
Poi, non aver voluto uno svincolo a Sant’Angelo per non inimicarsi i residenti del Viale dei Pini (questo è il senso espresso in più occasioni dal Sindaco) è stata un’opzione scellerata che oggi per rimediarci ci costerà molto, molto caro. Nel frattempo i residenti a sud del fiume, e non solo quelli di Sant’Angelo, non potranno usufruire della complanare né per Ancona né per Pesaro perché l’accesso è così scomodo e perennemente intasato che saranno costretti a optare, come avviene ora, verso le vecchie direttrici .

franco barucca

15 marzo, 15:24
Ora si parla di raggiungere o superare Marzocca, poteva essere già fatto con gli stessi costi, motivo, il costo di quel tratto dall'autostrada alla rotatoria del Ciarnin solo Gesù Bambino lo sa, pensate, in una zona di acquitrini, per trovare terreno stabile, sono arrivati a macinare le tubazioni dell'acquedotto principale alla profondità di 3 m in pianura, nello stesso tempo avete rovinato in modo irreversibile la più bella collina tra il Ciarnin e Marzocca, la cosa che non accetto, la bretella non è ancora aperta, ci si accorge di aver fatto una cappella, capita, sicuramente , a chi non pensa, non riflette, non ha esperienza su quello che fa.Nel momento che sono venuti i tecnici dell'autostrada ad effettuare i sondaggi, la cosa non era ancora definita, ma a grandi linee mi hanno spiegato il tracciato, all'ingegnere gli ho detto le testuali parole, SE IL TRACCIATO E' QUESTO; SI ACCORGERANNO DELLA CAPPELLA PRIMA DI FINIRE L'OPERA.

" o la sistemazione di via Fiorini" ,,, dc'è una "O" di troppo..
l'attuale innesto a nord taglia completamente fuori tutto l'abitato di Cesano.
Vediamo se realmente vogliono rendere vivibile la statale nella frazione togliendo il traffico da attraversamento.

matteo massacesi

21 marzo, 23:06
"...manutenzione di tutta la complanare sarà a carico del Comune." Pensavo sbagliando che tale manutenzione rientrasse nello scopo del lavoro di società autostrade.
Vista la condizione delle strade attuali,per esempio basta vedere il manto stradale su via Mattei....via Ciellini...strada delle saline....mi domando : ma la manutenzione della complanare e del viadotto con quali soldi verrà sovvenzionata visto che già mancano per le strade esistenti ?

Certamente una grande e bella opera ma come ho già volte scritto senza la bretella di raccordo nella zona di via capanna sarà sempre un'opera monca appunto perché priva di accessi per alleggerire il traffico in detta zona in cui insiste anche il nostro campus scolastico , il commissariato e polizia stradale . .... spero che al più presto quanto detto dal Sig. Sindaco diventi realtà allora potrò veramente dire : complimenti per l'opera.




logoEV