Bagnini sul piano degli arenili: ''Prioritario mantenere le strutture tutto l'anno"

spiaggia senigallia 14/03/2016 - Sul taglio delle pubblicità negli stabilimenti balneari a partire dalla prossima estate (a fronte del mantenimento in spiaggia delle attrezzature tutto l'anno), i bagnini sono divisi.

A fronte dei ,contrari ci sono anche quelli che apprezzano una spiaggia “in ordine e pulita”. Le previsioni del piano degli arenili, al vaglio della Giunta, non sollevano solo proteste.

“Le intenzioni del Comune erano chiare fin da settembre e non ci trovo nulla di sbagliato -afferma Nicola Mallucci dei Bagni Hawaii Beach- la battaglia semmai è quella per il mantenimento delle strutture tutto l'anno. Personalmente gli introiti pubblicitari sono molto esigui e non incidono e se un bagnino lavora bene non ha bisogno della pubblicità. Quello che mi preoccupa semmai è che il piano degli arenili non venga approvato in tempo e così ci ritroviamo ancora una volta senza sapere i tempi certi della nostra stagione e del nostro lavoro”.

“Capisco che per qualcuno la pubblicità possa dare un po' di respiro ma rischiare di rovinare tutto il piano spiaggia per questo non è giusto -lamenta Anselmo Corsi dei Bagni Bruna 69- sulla questione si troverà un compromesso con il Comune perchè incide anche sul salvataggi a mare (una parte degli introiti pubblicitari venivano usati per il salvataggio ndr) ma la cosa davvero importante è poter tenere su le strutture tutto l'anno”.

Una possibilità, innovativa per Senigallia, che agevolerebbe la destagionalizzazione. “La pubblicità non è fondamentale -aggiunge Nobili dei Bagni Flaviana 87- vero obiettivo è di abbattere i costi e il guadagno lo avremo quando le strutture potranno restare su tutto l'anno. In questo modo avremo la possibilità di ridurre i costi del lavoro e iniziare davvero a lavorare in modo serio sulla destagionalizzazione”.





Questo è un articolo pubblicato il 14-03-2016 alle 23:45 sul giornale del 15 marzo 2016 - 1110 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, spiaggia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auOU


marco panzone

15 marzo, 19:08
Decisamente non è fondamentale la pubblicità negli stabilimenti balneari ma perchè rinunciare a questi soldi che anche il comune incamera? Da imprenditore non capisco questa rinuncia potrebbero essere destinati dal comune a finanziare attività benefiche.