Appuntamenti speciali al Gabbiano

13/03/2016 - Ancora un doppio appuntamento speciale questa settimana al Cinema Gabbiano

Lunedì 14 marzo è in programma il secondo appuntamento del ciclo “Misericordia”, che proporrà la storia vera di Marie Huertin, una giovane francese figlia di contadini, nata nel 1885 senza il dono della vista e dell’udito. Verrà portata nel convento delle suore di Larnay, dove soltanto la coraggiosa Marguerite riuscirà a penetrare le difese di questa ragazzina impaurita e, cercando di portarla a comunicare con il mondo, costruirà alfine con lei un rapporto profondo.

Jean-Pierre Ameris ripropone una storia già narrata in “Anna dei miracoli” ma lo fa con grande leggerezza, oltre a una robusta dose di fede. Buona parte del merito va comunque alla coppia protagonista: Ariana Rivoire (realmente sorda ed esordiente sullo schermo) nei panni della giovane e Isabelle Carré in quelli della suora. La serata sarà brevemente introdotta dal Vescovo Franco Manenti. Mercoledì 16 marzo per il ciclo d’autore arriva nelle sale del Gabbiano un altro capolavoro del grande cineasta russo Aleksandr Sokurov, che realizza un appassionato atto d’amore verso l'arte come valore irrinunciabile.

Francofonia è la storia di due uomini molto particolari: Jacques Jaujard, direttore del Museo del Louvre di Parigi dal 1940, e il gerarca nazista Conte Wolff-Metternich, responsabile dei beni artistici nella Francia occupata durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel momento in cui i nazisti occupano Parigi, diviene urgenza assoluta salvaguardare il gigantesco patrimonio artistico e culturale del Louvre. Jaujard trasferirà molte opere in castelli isolati e altre ne sistemerà negli immensi sotterranei del museo. Con il gerarca nazista tutto sembrerà dapprima precipitare, ma i due sono in fondo uomini di cultura…

Francofonia utilizza la storia del Louvre per parlarci delle politiche europee nei confronti dell’arte. Sokurov realizza così un film ricco di idee, con varie sottostorie che si incrociano, narrato dalla sua stessa voce fuoricampo. Attraverso questo cinema quasi sperimentale, che unisce inserti cinematografici, pittorici e fotografici, Sokurov indaga il rapporto tra arte e potere, sottolineando come la creatività sia un valore universale da custodire e preservare proprio mentre, al contrario, l’Europa rischia di smarrire la propria identità, lasciando prevalere individualismo, superficialità e cinismo.

Entrambi gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15 e con biglietti a 5 euro il lunedì (per “Marie Heurtin”) e a 6 euro il mercoledì (per “Francofonia”), sempre acquistabili in qualsiasi momento anche online. Annunciamo infine i cortometraggi che verranno proposti da giovedì 17 marzo per la quarta edizione della rassegna “CORTO CIRCUITO”, organizzata in collaborazione con l’Associazione Confluenze. In sala 1 sarà proiettato ogni sera, prima del normale film serale, In the World (di Tommaso Pitta, 2014, 12’), che ha ottenuto il Premio “Sentieri di cinema”.

A Londra, il giorno di Natale, un uomo cerca disperatamente di salvare la vita a un minuscolo pesce ma la situazione finisce fuori controllo… In sala 2 sarà invece programmato Ludi Florales (di Alessandro Bavari, 2015, 6’). Nell’antica Roma Repubblicana, il 27 aprile era il giorno dei Ludi Florales, conosciuti come i Giochi di Flora, un festival interamente dedicato alla dea Flora, che durarono in epoca imperiale per 6 anni.

Anche i corti di questa settimana sono stati selezionati dal festival Corto Dorico 2015 di Ancona, con il sostegno di Coop Alleanza 3.0. Ricordiamo che le proiezioni dei cortometraggi avverranno alcuni minuti prima del film normalmente in programma, per cui chi fosse interessato a una loro visione integrale è invitato ad arrivare con leggero anticipo rispetto al tradizionale orario di programmazione.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2016 alle 17:24 sul giornale del 14 marzo 2016 - 682 letture

In questo articolo si parla di cinema, cinema gabbiano, senigallia, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auMe





logoEV