Serra de' Conti: Monastero di Santa Maria Maddalena tra i luoghi delle 'Giornate Fai di Primavera'

Monastero di S. Maria Maddalena di serra de' conti 11/03/2016 - Il Fai -Fondo Ambiente Italiano- offre a tutti, grazie alle 'Giornate Fai di Primavera', l'occasione preziosa di conoscere beni non aperti al pubblico e che in virtù di questo evento -diventato ormai un classico nel calendario culturale del nostro Paese- tornano a rivelare, visitati per la prima volta, non solo la propria storia ma anche le radici e l'identità di un luogo.

Quest'anno le 'Giornate Fai di Primavera' sono programmate per il 19 e 20 marzo e tra i beni che potranno essere visitati è stato inserito anche il Monastero di Santa Maria Maddalena di Serra de' Conti, complesso monumentale al quale -per secoli- l'accesso era stato precluso in quanto sede di una comunità monastica dell'ordine delle Clarisse Urbaniste che praticava la regola della clausura.

ll FAI, che nelle due giornate spalancherà le porte di tantissimi luoghi in tutta Italia per far conoscere e amare i tesori d’arte del nostro Paese, in sintonia con il Comune di Serra de' Conti, l'Istituto Comprensivo ed una molteplicità di soggetti associativi e volontari -ai quali va il sincero ringraziamento della Amministrazione cittadina- proporrà l'apertura straordinaria del Monastero per un coinvolgente viaggio all'interno della vita e della cultura monastica, nei luoghi nascosti e sconosciuti in cui è ancora forte la percezione della presenza delle Suore, tra stanze, scalinate, corridoi lungo i quali il tempo sembra essersi fermato in una dimensione indefinita. Potranno essere ammirati il "refettorio" del '500 con mobili autentici dell’epoca, il "lavoriero", luogo delle occupazioni quotidiane delle monache, il "dormitorio" ove saranno visitabili le stanze private in cui chi aveva pronunciato i voti trascorreva l'intera esistenza dividendosi fra le attività monastiche e la preghiera. Un'occasione importante, dunque, per conoscere un bene culturale unico e tracciare un percorso inedito tra storia, spiritualità e vita quotidiana.

A fare da "guide" all’interno del Monastero saranno i ragazzi della Terza classe della Scuola secondaria, che seguiranno le modalità operative indicate dal FAI. Gli "Apprendisti Ciceroni" illustreranno -nelle due giornate- il complesso monastico a gruppi di 15-20 persone, con orario continuato dalle 10:00 alle 18:00. Un modo, questo, per permettere al visitatore di "vivere" questo monumento condividendo virtualmente la scelta delle monache che si esplicava, oltre che nelle pratiche pie, in una quotidianità operosa e concreta, documentata da spazi interni in cui venivano portate avanti le attività di tessitura e cucito, di ceroplastica, di confezionamento dei complementi floreali per l'arredo degli altari, oltre che di spazi esterni quali l'orto ed il giardino sospesi sul 'giro delle mura'. La visita alla splendida chiesa edificata a partire dal 1603 e oggi di proprietà del Fondo per il Culto, completerà la conoscenza del complesso monastico.

L'ingresso sarà a contributo libero (i fondi raccolti saranno destinati alle finalità istituzionali del FAI).

La possibilità di ammirare nelle stesse giornate il vicino Museo delle Arti Monastiche 'Le Stanze del Tempo Sospeso', nel quale sono ordinati splendidi reperti di cultura materiale provenienti dalla dotazione dell'antico Monastero ed in cui sono disponibili anche moderni supporti multimediali, potrà integrare la giornata di quanti sceglieranno Serra de' Conti per immergersi nel fascino della vita monastica, con l'opportunità di conoscere meglio anche un centro storico nel quale sarà individuato un percorso ricco di punti aggregativi e di ritrovo appositamente pensati per il pubblico, che potrà inoltre accedere in paese anche servendosi di un servizio di bus-navetta con partenza dalla sottostante frazione di Osteria.
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2016 alle 15:14 sul giornale del 12 marzo 2016 - 2491 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, Comune di Serra de' Conti, monastero di s. maria maddalena

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auI9