Fusione dei comuni, Mangialardi (Anci Marche): 'Privilegiato il percorso democratico'

maurizio mangialardi (anci marche) 09/03/2016 - L'approvazione della proposta di legge sul riordino territoriale di Comune e Province da parte dell'Assemblea Legislativa delle Marche è stata accolta da Anci Marche come un successo “sia perché assicura la completa attuazione della legge Delrio – ha detto il presidente Maurizio Mangialardi – ma anche perché è stata ascoltata la voce dei comuni marchigiani al termine della fase di confronto istituzionale anche con l'Assessore Fabrizio Cesetti, arrivando alla modifica del testo che di fatto lascia ai comuni massima libertà di governare il processo di fusione con altre amministrazioni, senza forzature”.

La proposta di legge, infatti, stabilisce che i referendum consultivi comunali, dovranno avvenire prima che i consigli comunali deliberino l'avvio della procedura di richiesta di incorporazione alla Regione Marche. Viene inoltre demandata ai Comuni interessati l'indizione del referendum in una data unica e non è richiesto un quorum.

“A nostro avviso si è perseguita una strada che guarda alla democraticità del provvedimento e che non consente prevaricazioni nel rispetto di tutte le opinioni e di tutte le volontà” - ha concluso Mangialardi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2016 alle 16:33 sul giornale del 10 marzo 2016 - 563 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, Anci Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auEr