Oh mio Dio! Alla Fenice contro l'Atassia di Friedreich

08/03/2016 - Una serata a teatro per GoFAR: a Senigallia, il 1 aprile alle 21 “Oh Dio Mio!” di Anat Gov; dopo quattro anni Teatro Claet porta in scena un nuovo spettacolo per beneficenza.

Il CLAET (Centro Lettura e Attività Espressive Teatrali) è una compagnia nata nel 1987 come gruppo teatrale amatoriale, di cui conserva lo spirito e l’entusiasmo, ed ha saputo nel tempo conquistare premi, riconoscimenti e soprattutto l’affetto del pubblico.

La pièce teatrale di Anat Gov altalena fra umorismo yiddish e emozioni e sentimenti profondi. Il rapporto dell’uomo con la religione e con l’esistenza vengono dipinti con garbo e brio. Una disillusa psicologa si trova ad avere come paziente niente di meno che Dio. Il signor "D", scoraggiato e amareggiato dal comportamento degli uomini... Le gag si susseguono, alternate a momenti di riflessione che lasciano allo spettatore un piacevole senso di arricchimento nonostante il carattere decisamente leggero dell’opera.

La causa per cui è stato organizzato l’evento è importante: l’Atassia di Friedreich è una malattia rara, le statistiche riportano circa 100000 casi al Mondo di cui 1200 in Italia, che priva chi ne è affetto di alcune facoltà neuromotorie, provocando gravi disfunzioni motorie, problemi cardiaci, alterazioni del senso del tatto e diverse patologie collaterali. Per questa malattia non esiste ancora una cura, per quanto ne siano stati individuati i meccanismi ed i processi responsabili. GoFAR si occupa del supporto alla sperimentazione di farmaci che stanno dando risultati promettenti, tuttavia questo processo è ancora lungo e costoso ma porta una grande speranza fra i malati di Atassia di Friedreich.

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2016 alle 19:00 sul giornale del 09 marzo 2016 - 1008 letture

In questo articolo si parla di spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auCc





logoEV