Discarica tossica a cielo aperto: due bancali e un sacco di amianto a Cannella

08/03/2016 - Ennesimo allarmante episodio a Senigallia. A seguito di segnalazioni da parte di cittadini, l’associazione ALA è costretta a segnalare un nuovo grave rischio per la salute dei cittadini causato dalla presenza di amianto all’aria aperta.

Come si nota chiaramente dalle fotografie (scattate dal sottoscritto) che allego, sono presenti in località Cannella, in via Provinciale Cannella, due bancali di lastre in cemento amianto mal ridotte e male incellofanate ed un saccone bianco per contenitori di amianto rotto chiuso, lasciati in stato di abbandono. La zona del ritrovamento è nei pressi dell’ex supermercato InGrande, luogo poco frequentato e dunque ideale per chi – come in questo caso – doveva sbarazzarsi dei pericolosissimi contenitori.

Evidentemente, il materiale lasciato in questo luogo non proviene da privati, ma da una ditta autorizzata allo smaltimento. Fatto ancora più grave per una situazione che non può assolutamente essere trascurata perché la dispersione di fibre di amianto provoca danni irreparabili alla salute della gente. Per tale ragione il sottoscritto CHIEDE un sopralluogo in tempi rapidi per constatare la gravità della presenza di amianto e, altrettanto velocemente, di provvedere alla rimozione attraverso una bonifica a norma di legge.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2016 alle 11:35 sul giornale del 09 marzo 2016 - 1764 letture

In questo articolo si parla di attualità, a.l.a.

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auAF





logoEV